“Europride fuori dal centro storico di Roma”

di

Il Pdl di Roma vorrebbe confinare l'Europride Village in periferia, anziché nella centrale Piazza Vittorio Emanuele II. "Il regolamento prevede l'occupazione per non più di 3 giorni".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1690 0

Il presidente della Commissione Cultura di Roma Capitale, Federico Mollicone è "intervenuto presso il Gabinetto del Sindaco per chiedere di revocare l’autorizzazione per lo svolgimento a Piazza Vittorio Emanuele II dell’Europride 2011". A renderlo noto è lo stesso esponente del Pdl capitolino che dice di averlo fatto perché la manifestazione "è in palese violazione delle prescrizioni stabilite dal Regolamento d’uso delle Piazze del Centro Storico, approvato dall’Assemblea capitolina lo scorso 18 maggio 2009".

"Il regolamento, di cui sono cofirmatario insieme all’Assessore Gasperini – ha aggiunto Mollicone – prevede infatti che ogni piazza possa essere concessa per non più di tre giorni, comprensivi di allestimento e disinstallazione, salvo che per lo svolgimento di iniziative istituzionali. In ogni caso, per garantire lo svolgimento della manifestazione, ho chiesto di individuare una collocazione alternativa, in un’area a basso impatto".

"Agli esponenti dell’opposizione che gridano allo scandalo ad ogni pié sospinto – ha aggiunto il capogruppo Pdl del Municipio Roma Centro Storico, Stefano Tozzi – rispondiamo che ogni manifestazione, dall’Europride al ‘concertone’ del Primo Maggio, deve attenersi alla regole stabilite dall’Assemblea capitolina per la tutela del tessuto urbanistico-culturale del centro storico, tenendo conto dell’impatto sulla residenza e sulle attivita’ produttive".

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Il 14 ottobre 1979 si celebrava il primo gay pride a Washington DC
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...