Everyone: “No ai neonazisti italiani al parlamento UE”

Il Gruppo Everyone si dice preoccupato per “la deriva fascista, omofa e xenofoba in corso in italia”. In ballo ci sarebbero Fiore (Forza Nuova) e Romagnoli (La Destra) candidati al parlamento europeo

«Il Gruppo EveryOne esprime la più ferma protesta contro la decisione del PDL, vincitore delle elezioni politiche 2008, di mandare al Parlamento Europeo, in sostituzione degli eurodeputati eletti per il centrodestra, i due neofascisti, propugnatori di ideologie razziali e negazionisti dell’Olocausto Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, e Luca Romagnoli (La Destra-Fiamma Tricolore).»

Così si legge in un comunicato rilasciato dall’associazione impegnata per la difesa dei diritti umani. «L’ideologia xenofoba ed estremista di Roberto Fiore – prosegue il comunicato – è nota universalmente.» E poi via a un elenco di dichiarazioni "forti" di un altro candidato, Romagnoli, nelle file de la Destra: «"Le camere a gas? Devo dire francamente che non ho elementi per dire che siano esistite o no"; "Hitler? Fu uno statista che commise degli errori". E riguardo al suo partito: "Chiamarci fascisti è molto riduttivo. Ma del fascismo siamo portatori di alcuni valori, come la socializzazione. Poi, se fascismo significa onestà, dirittura morale, capacità di riconoscere prima lo Stato e poi l’individuo…". »

«Il Gruppo EveryOne protesta con altrettanta decisione contro la candidatura di Antonio Tajani quale sostituto di Franco Frattini, vicepresidente della Commissione Europea. Antonio Tajani è infatti noto sia per le sue posizioni omofobe che per la sua avversione nei riguardi dei Rom, ideologie che contrastano con le convenzioni internazionali per i diritti umani e con la Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea.»