Famiglia: teologi contro i Vescovi toscani

di

Il Centro Studi Teologici di Milano ha indirizzato una lettera aperta a proposito del pronunciamento della Conferenza dei Vescovi della Toscana a favore della famiglia tradizionale.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
599 0

MILANO – Il Centro Studi Teologici di Milano ha indirizzato a Mons. Ennio Antonelli, Arcivescovo di Firenze, e a Mons. Alessandro Plotti, Arcivescovo di Pisa e Presidente della Conferenza dei Vescovi della Toscana, una lettera aperta a proposito del pronunciamento dell’Arcivescovo Antonelli ribadito dalla Conferenza dei Vescovi della Toscana e dal suo Presidente Mons. Plotti a favore della famiglia e contro il riconoscimento delle coppie di fatto che la Regione Toscana si è apprestata a considerare. Nella lettera i teologi milanesi esprimono «sconcerto vero e proprio, per un intervento che in tutta onestà riteniamo improprio ed arbitario sia sotto il profilo della forma sia sotto quello dei contenuti».
La lettera rimprovera la mancanza dello spirito del Concilio Vaticano II, dove si chiedeva “dialogo e rispetto della laicità delle Istituzioni” e chiede alla Chiesa di mutare profondamente atteggiamento: «quando si dice che occorre tutelare soltanto l’unione eterosessuale (uomo-donna), forse che gli altri, siano etero, uomo -donna non sposati ma solo conviventi, oppure omosessuali uomini e donne, sono forse soggetti di minor valore?».

Leggi   Mondiali in Russia, fan inglese intimato di nascondere la bandiera rainbow
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...