Gay benvenuti, ma non potranno parlare di famiglia davanti a Bergoglio

di

Al Meeting Mondiale della Famiglia, a Philadelphia, non si accettano "posizioni contrarie"

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4090 0

Gli attivisti LGBT non potranno fare domande al Meeting Mondiale sulla Famiglia a cui parteciperà Papa Bergoglio e che si terrà a settembre a Philadelphia. L’arcivescovo della città, Charles Chaput ha dichiarato che anche se “le persone che provano attrazione per persone dello stesso sesso sono benvenute come chiunque altro” non ci sarà “uno spazio al meeting dove esporre posizioni contrarie alla vita della Chiesa”.

Secondo quanto riporta Towleroad, sono previste 15.000 persone che parteciperanno ai workshop e ascolteranno i keynote sulle questioni che riguardano la famiglia. Bergoglio dovrebbe essere presente gli ultimi due giorni del meeting, mentre all’evento finale di si prevede che parteciperanno due milioni di persone.

L’unico evento dedicato alle persone LGBT sarà tenuto da un prete cattolico gay che “parlerà di come è sceso a patti con il suo orientamento sessuale e di come ha abbracciato gli insegnamenti della Chiesa”.

Ecco lo spot del meeting.

Leggi   Caravaggio, Forza Nuova e fedeli contro il gruppo di preghiera gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...