Fedez: dopo il sostegno alla comunità LGBT, i cattolici lo invitano a messa ‘per cancellare il continuo peccare’

Il movimento I Pescatori di Pace ha fatto questa offerta al rapper milanese. In passato, gli era già stato proposto un esorcismo.

Circa una settimana fa, Fedez aveva voluto dire la sua sul Congresso delle Famiglie di Verona. In un minuto di video sul suo profilo Instagram, aveva criticato i partecipanti all’evento, attaccando coloro che sostenevano che l’omosessualità fosse contro natura.

L’omosessualità è sbagliata perché è contro natura. Facendo l’equazione contro natura uguale sbagliato. E io rimango sempre piacevolmente stupito nel vedere dei cattolici estremisti fare questo tipo di equazione. Perché non è forse contro natura vedere e credere in un uomo che cammina sull’acqua? Che moltiplica il pane, il pesce, che resuscita la gente morta e che resuscita lui stesso?

Visualizzato da un milione di utenti subito dopo la pubblicazione, è arrivato ora a quasi due milioni di like e oltre 7.000 commenti. Ma non tutti hanno sostenuto la sua opinione. Qualcuno parlò anche di blasfemia e di aver offeso tutti i cattolici d’Italia. E qualche giorno fa, gli è stato addirittura proposto un modo per ritrovare se stesso, attraverso una confessione e la messa.

I Pescatori di Pace propongono l’esorcismo a Fedez

La proposto viene da Lorenzo Damiano, presidente del movimento cattolico I Pescatori di Pace. Da molto tempo contro il rapper milanese, dopo la sua opinione sul Congresso gli hanno proposto un esorcismo, per cambiare la sua vita da peccatore e tornare sulla retta via. Una confessione e forse la visita da un esorcista, secondo Damiano, sarebbe la strada giusta che Fedez dovrebbe imboccare ora.

Dalle parole utilizzate dal presidente de I Pescatori di Pace, sembra che Fedez abbia urgente bisogno di un aiuto da parte di Dio per la sua anima peccatrice, anche per il bene della sua famiglia.

Lo invito a venire a messa con me e magari a confessarsi per cancellare il suo continuo peccare, sottolinea Damiano. Fedez è un ragazzo che ha un bisogno estremo di Dio. Per se stesso, per la sua anima e per il bene della sua famiglia farebbe bene immediatamente ad allontanarsi da tutto ciò che lo porta a mettersi contro il Signore. 

Forse un’esagerazione per stare dalla parte della comunità LGBT, ma Damiano non sembra accorgersene, e continua attaccando anche il “suo mondo“:

il mondo nel quale è entrato comporta dei prezzi da pagare, dei ticket di benvenuto per restare sulla cresta dell’onda e continuare ad avere successo. Stare dalla parte delle lobby massoniche per esempio.

E ascoltando le sue parole con le quali conclude il suo discorso, sembra che la fine sia vicina (non si sa di cosa):

Fedez deve ricordarsi che tutto questo non è per sempre e deve cominciare a lavorare per la sua conversione adesso: ho detto in passato che secondo me ha bisogno di un esorcista per pulirsi da ciò di cattivo che lo contamina e oggi ne sono sempre più’ convinto.

Le posizioni di Fedez

Oltre alla recente presa di posizione nei confronti della comunità LGBT, Fedez aveva già parlato in passato dell’argomento, dopo le voci che sostenevano (o speravano) la sua presunta omosessualità. Sfruttata la cosa a suo vantaggio per movimentare un po’ il suo già seguitissimo canale Instagram, nel 2017 aveva affermato a Vanity Fair di sentirsi diverso dai suoi coetanei, perché non prova ribrezzo nel vedere un video porno gay, come invece fanno alcuni suoi conoscenti.

Ti suggeriamo anche  Il prosecco era sponsor del Congresso delle Famiglie: parte il boicottaggio da Londra

Nonostante non abbia avuto mai rapporti omosessuali, non gli interessa nemmeno rivendicare la sua eterosessualità, perché anche se fosse gay non sarebbe importante.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Congresso della famiglia e omosessualità.

Un post condiviso da Fedez (@fedez) in data: