Ferrara, presidente Arcigay redarguita in spiaggia: “Comportamenti inopportuni”

Manuela Macario era nel solito bagno con le amiche: “La titolare è stata evasiva, non so chi ha fatto le rimostranze. Inopportune sarebbero due mani che si sfiorano?”.

Manuela Macario, presidente Arcigay di Ferrara, era in spiaggia con alcune amiche quando alcuni clienti si sono lamentati per dei comportamenti definiti “inopportuni”.

Lido di Spina, Ferrara, lunedì 21 agosto. Manuela Macario, presidente Arcigay di Ferrara, è stata chiamata in disparte dalla titolare dello stabilimento balneare: “Mi ha detto che alcuni clienti si erano lamentati di comportamenti inopportuni tenuti in spiaggia da me e dalle altre ragazze”. Desiderosa di conoscere a quali comportamenti inopportuni si facesse riferimento, Manuela avrebbe ricevuto di tutta risposta solo riferimenti allusivi (come “Cose che in spiaggia non si fanno”) e frasi abbozzate: “Nonostante le mie esplicite e incalzanti richieste non ho ottenuto risposte precise. Mi si muovono accuse calunniose alludendo a miei atti osceni in luogo pubblico e non mi dici chi sia stato a fare queste rimostranze?”.

A meno checontinua la Macarionon sia osceno che due donne si tengano per mano, a meno che non sia osceno un bacio. No, a meno che mani che si sfiorano non siano considerate peccaminose, non saprei dare risposta all’umiliante affermazione priva di contenuti fattami dai proprietari”.

La delusione è tanta: “Vittima dell’ennesimo episodio di discriminazione. Eppure, nonostante il mio attivismo e il ruolo che ricopro, in 45 anni di vita è la prima volta che mi capita una cosa così amara e sconcertante. Non potevo immaginare che fosse proprio questo luogo a tradirmi”. Un luogo che la Macario frequenta da anni: “Sono da sempre cliente affezionata e abituale del bagno, da prima che gli attuali proprietari lo prendessero in gestione. Ci sono luoghi del cuore, nei quali si ha sempre voglia di tornare”.

Ti suggeriamo anche  Corea del Sud, boom di firme contro 'l'abominevole' Seoul Queer Culture Festival

I titolari, interpellati da Estense.com, si sono limitati a dire: “Abbiamo recepito le segnalazioni di alcuni clienti che hanno riferito di comportamenti poco opportuni. La Macario la conosciamo bene, è nostra cliente da dieci anni, e le abbiamo riferito la segnalazione”.

4 commenti su “Ferrara, presidente Arcigay redarguita in spiaggia: “Comportamenti inopportuni”

  1. Più tendono a suscitare la reazione sdegnata, più incontrano il comune senso di disgusto da parte della sana e normale popolazione è più, imperterriti, continuano a pretendere di costringere lo sguardo di persone innocenti, obbligandole a subire lo spettacolo di tutta la peste della loro devianza omosessuale, cercando, spudoratamente, di accreditare la stessa quale condotta normale, alla pari di tutte le altre e delle normali e naturali effusioni, intercorrenti tra uomo e donna, in seno alle quali il comune senso dell’uomo intravede il germe di una vita nuova, mentre per quelle contro natura é invincibile il senso di schifo e di rigetto.
    Urge una legge severa sul punto, tesa a bloccare il proliferare di condotte tanto aggressive, quanto ripugnanti al senso naturale di decenza delle persone umane.

    1. Tutte le leggi in tal senso sono state abolite in quanto incostituzionali e contrarie a tutti i trattati che abbiamo firmato. Non solo: ora per completare l’applicazione di detti trattati contro discriminazioni comportamenti e incitamento all’odio omofobico verranno presto emanate leggi come ci sono in tutti gli altri Paesi europei e non europei più avanzati in termini di diritti umani. Ovviamente se.non Le piace può sempre Lei andare in qualche califfato islamista dove la pensano come Lei. Se Lei prova sentimenti di repulsione per le manifestaioni di affetto che naturalmente gli esseri umani pensanti e con sentimenti è un problema molto grave si faccia aiutare da un buon professionista.

      1. Come ha visto dagli innumerevoli e ripetuti articoli sul medesimo tema, non sono io a manifestare un’innato orrore per comportamenti snaturati, ma sono, diffusivamente, le persone di ogni lido d’Italia a ribellarsi al raccapriccio al quale sono indotte dell’esibizione insistita di violenza all’ordine naturale delle cose, come lascivi toccamenti e baci degeneri tra malati omosessuali.
        È auspicabile che quel senso di ripulsa e aborrimento così largamente provato dalla collettività più ragionevole e conforme, si apprezzi in un quadro di valori, capace di ispirare una legislazione di severa repressione di atti stravolgenti la natura umana, a potenziale altamente immorale e corruttore della più giovane generazione.

        1. Provvederò a denunciare la sua sfacciata quanto inutile omofobia ,per eccitamento a comportamenti criminali da Ella tenuto in questo blog e mi auguro che la sua partecipazione ad esso venga d’ora in poi impedita: La prego si faccia curare, rischia un infarto, cosa che credo non dispiacerebbe a nessuno data la sua distrofia mentale che la contraddistingue. Ci vediamo in Tribunale. Spero che la notte le porti un sano consiglio e dei libri da leggere, anche se nutro un serio dubbio sulla sua capacità di farlo:

Lascia un commento