Feud: Bette and Joan, dal 7 gennaio su Studio Universal la nuova straordinaria serie di Ryan Murphy

A partire da Domenica 7, gli 8 episodi riporteranno alla luce la leggendaria rivalità fra Bette Davis (interpretata da Susan Sarandon) e Joan Crawford (interpretata da Jessica Lange).

10 mesi dopo la premiere americana, Feud: Bette and Joan, meravigliosa serie tv creata da Ryan Murphy, Jaffe Cohen e Michael Zam, arriva anche in Italia grazie a Studio Universal.

A partire da Domenica 7 Gennaio alle ore 21:15, gli 8 episodi dello show riporteranno alla luce la leggendaria rivalità fra Bette Davis (interpretata da Susan Sarandon) e Joan Crawford (interpretata da Jessica Lange), nata sul set del film candidato all’Oscar® Che fine ha fatto Baby Jane? del 1962 e proseguita ben oltre la fine delle riprese.

Un conflitto che vide due donne a fine carriera resistere al reciproco antagonismo, al sessismo e alla misoginia dell’epoca. Candidata a 18 Emmy (due dei quali vinti), a 6 Critics’ Choice Awards, a 2 Screen Actors Guild Awards e a 4 Golden Globe, la serie ostenta una clamorosa ricostruzione dell’epoca d’oro di Hollywood, quella degli anni ’50 e ’60, tra maschilismo e velata omofobia, competitività al limite della pazzia e straordinaria creatività.

A guidare le fila due attrici in stato di grazia, Susan Sarandon e Jessica Lange, ormai volto feticcio di Ryan Murphy, riuscite nell’impresa di omaggiare due leggende come Bette Davis e Joan Crawford, senza mai scivolare nel macchiettistico. A completare il ricco cast Judy Davis (nella parte dell’attrice e giornalista statunitense Hedda Hopper), Alfred Molina (Robert Aldrich), Stanley Tucci (Jack Warner, co-fondatore e presidente della casa cinematografica Warner Bros.), Kathy Bates (l’attrice Joan Blondell), Dominic Burgess (nei panni dell’omosessuale Victor Buono), Sarah Paulson (Geraldine Page) e Catherine Zeta-Jones (Olivia de Havilland).

Domenica 7 gennaio andranno in onda i primi due episodi, ‘Pilota‘ e ‘L’altra donna‘, seguiti domenica 14 da ‘Mammina cara‘ e ‘Più o meno‘, domenica 21 da ‘E la vincitrice è.. (Gli Oscar del 1963)‘ e ‘Hagsploitation‘ e domenica 28 da ‘Abbandonata‘ e ‘In altre parole…in tutti questi anni avremmo potuto essere amiche?‘.