Firenze: il Comune rifiuta di sposarli, ricorrono in appello

di

Matteo e Francesco hanno chiesto al comune di essere sposati, dato che non esiste una legge che lo vieti esplicitamente. Ma l'amministrazione ha negato il matrimonio e loro...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1155 0

Il comune di Firenze ha respinto la loro richiesta di matrimonio. Si sono rivolti al Tribunale ordinario di Firenze per vedere accolta la volonta’ di sposarsi, ma il Giudice – Maria Lorena Papait – ha respinto il ricorso.

Ora la coppia si rivolgera’ alla Corte d’Appello.

Protagonisti della vicenda sono Francesco Piomboni, 33 anni presidente di Arcigay Firenze, e Matteo Pegoraro, 21enne leader del gruppo EveryOne. 

I due, omosessuali, hanno deciso in questo modo di contestare il decreto del Giudice: "Il ricorso – ha detto l’avvocato Paola Pasquinuzzi, che rappresenta la coppia – e’ stato respinto, ma poiché non esiste un divieto espresso del matrimonio per le coppie omosessuali, per il Tribunale spetta al legislatore dare rilevanza giuridica ai mutamenti del costume e della realtà sociale. Dopo il rifiuto del comune di Firenze – ha aggiunto il legale – ci eravamo rivolti al Giudice in quanto ritenevamo questo diniego illegittimo e gravemente lesivo del diritto di autodeterminazione di Francesco e Matteo, nonché altamente discriminatorio in quanto fondato sull’orientamento sessuale dei due". 

Ora la vicenda andrà davanti alla Corte d’Appello. "Dalla nostra storia – hanno detto Francesco Piomboni e Matteo Pegoraro – si evince che il legislatore è il vero responsabile della condizione di discriminazione delle persone omosessuali".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...