Firenze: via al bando per aiutare le coppie a comprare casa

Riaprono i termini del bando del comune per sostenere 100 giovani coppie ad acquistare la prima casa. Le richieste possono arrivare da coppie etero e gay, sposate o conviventi. Critica la Curia.

Da oggi, e fino al 3 maggio sono riaperti i termini di presentazione delle domande per il Bando Pubblico del Comune di Firenze che intende concedere a 100 giovani coppie una garanzia a sostegno del pagamento del mutuo per l’acquisto della prima casa, per fronteggiare eventuali sopraggiunte difficoltà economiche. Da quanto si è appreso da fonti vicine all’amministrazione comunale, il bando è stato riaperto perché per quello precedente, i cui termini si sono chiusi il 25 febbraio scorso, sono arrivate solo 15 domande.

 

Per partecipare al bando la coppia, i cui componenti non devono superare i 35 anni di età, deve avere già acquistato la casa da meno di dodici mesi o lo acquisterà entro nove mesi dalla data di pubblicazione del bando stesso. Naturalmente, la casa scelta deve ricadere nel territorio del comune di Firenze. L’idea dell’amministrazione comunale fiorentina ha suscitato non poche polemiche ed ha ricevuto aspre critiche sia da parte del centrodestra che dell’arcivescovo. Il pomo della discordia è, ovviamente, il fatto che l’accesso al bando è consentito a qualsiasi tipo di coppia sia che si tratti di giovani sposati, conviventi o coppie gay e lesbiche.

Ti suggeriamo anche  Unioni civili, il papà e la nonna di Luca rispondono così agli omofobi del paese