“Love in London”, il romantico scatto di una coppia gay vince il concorso fotografico

La dolce immagine finirà ora su 50 cartelloni pubblicitari in tutta Londra.

Una romantica immagine raffigurante una coppia gay ha vinto un importante concorso fotografico di Londra.

Snuggle” di Scott Hamilton, questo il titolo dato allo scatto, ha battuto oltre 700 foto, facendo sua la gara di beneficenza “Love in London“, che aveva chiesto ai londinesi di condividere immagini d’amore provenienti da tutta la capitale britannica.

La foto vincitrice è stata scattata con un autoscatto e raffigura lo stesso autore, insegnante part-time, raggomitolato sul divano con il suo compagno. Questa stessa foto finirà ora su 50 cartelloni pubblicitari di Londra.

Hamilton, che vive a Londra dal 2005 dopo essersi trasferito da Edinburgo, ha ovviamente gioito per l’inatteso trionfo: “Adoro l’idea che possa diffondere gioia e felicità in tutta Londra, sono davvero orgoglioso che i giudici abbiano scelto il mio scatto, soprattutto perché questa foto significa molto per me a livello personale. Penso che dia una grande rappresentazione di amore e conforto, dal momento che lo scatto è stato fatto in modo abbastanza naturale, quando eravamo entrambi a casa, sul divano“. “Spero che le persone possano ricevere da questa immagine la stessa sensazione di conforto e gioia che provo io ogni volta che la vedo“.

Il concorso “Love in London” è stato lanciato il giorno di San Valentino dall’app per appuntamenti creativi CLiKD, “per condividere un’ondata di positività in tutta la capitale e ispirare chi la popola“.

Ti suggeriamo anche  C'è posta per Te, l'amore LGBT abbatte l'omofobia e trionfa in prima serata - i video

Il CEO di PhotoVoice, Tom Elkins, ha dichiarato: “Congratulazioni a Scott, è una bellissima foto e un degno vincitore. Questa competizione è stata una fantastica opportunità per i fotografi della città di raccontare le loro storie su ciò che rende Londra così speciale. Le immagini presentate erano commoventi, belle, riflessive e hanno dimostrato quanto la cultura di Londra sia ricca e variegata“.