Francia, via al processo per omofobia contro Jean-Marie Le Pen

di

Offese Xavier Jugelé, agente di polizia dichiaratamente gay ucciso da un terrorista affiliato all’ISIS. Jean-Marie Le Pen a processo.

CONDIVIDI
339 Condivisioni Facebook 339 Twitter Google WhatsApp
1379 5

90enne ex leader e fondatore del partito di estrema destra Fronte Nazionale, Jean-Marie Le Pen è nuovamente finito a processo.

Lo scorso anno, come dimenticarlo, il padre di Marine Le Pen rilasciò una serie di ignobili dichiarazioni nei confronti di Xavier Jugelé, agente di polizia ucciso sugli Champs Elysées da un terrorista affiliato all’ISIS. Jugelé era omosessuale dichiarato. Le Pen si definì ‘scioccato’ e ‘sorpreso per la dimensione’ della cerimonia, perché a suo dire ‘più che il poliziotto’ si omaggiò ‘l’omosessuale‘. La sentita e commossa partecipazione del suo compagno e il lungo discorso da lui pronunciato, a detta di Jean-Marie istituzionalizzarono le nozze omosessuali, “esaltandole pubblicamente“.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Ebbene ha preso vita a Parigi il processo contro Le Pen, reduce da un nuovo ricovero in ospedale e impossibilitato a presentarsi in aula. Nel 2016 Jean-Marie paragonò l’omosessualità alla pedofilia, ed ora dovrà nuovamente rispondere delle sue indecenti parole. Nel corso della propria esistenza, Le Pen ha subito decine di condanne per apologia dei crimini di guerra, incitamento all’odio e alla discriminazione, antisemitismo e pubbliche ingiurie.

Leggi   Verona, in centinaia mano nella mano per dire basta all'omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...