Francia: verso maggiori diritti alle coppie gay

di

Sinistra o destra: chiunque vinca le elezioni della primavera prossima parla di ampliare il ventaglio dei diritti per le coppie gay e lesbiche.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1069 0

PARIGI – Mancano ancora diversi mesi alle elezioni politiche di primavera ma in Francia la campagna elettorale è già abbondantemente in corso e tra gli argomenti che tengono banco ci sono i diritti per le coppie omosessuali. Il dato di fatto che sembra emergere sin da oggi è che i gay e le lesbiche francesi hanno già motivi per potersi dire in qualche misura soddisfatti perché i diritti relativi alla loro vita di coppia aumenteranno, a prescindere da chi vincerà. Di matrimonio e adozioni per le coppie same-sex parlano apertamente sia i Verdi che il leader socialista Lionel Jospin, che dunque sarebbe intenzionato ad avviarsi sui passi del premier spagnolo Jose Luis Zapatero dopo che proprio durante la sua precedente esperienza di governo fu introdotta la legge sul PaCS, il Patto Civile di Solidarietà.
Ma anche da destra l’attuale Ministro dell’Interno Nicolas Sarkozy dell’Union pour un Mouvement Populaire (Ump), partito di maggioranza in parlamento, ribadisce il proprio no «a ogni forma di discriminazione» e promette che, in caso di vittoria della destra, verrebbe certamente riveduta e ampliata la legge sui Pacs. Non si arriverebbe al matrimonio e alle adozioni ma, dice Sarkozy, è comunque necessario «andare oltre il semplice Pacs» per arrivare a una legge che «sul piano fiscale, patrimoniale ed ereditario garantisca l’uguaglianza tra una coppia eterosessuale e una omosessuale». Queste le forze politiche di sinistra e di destra in un paese democratico, laico e di respiro europeo.
(Roberto Taddeucci)

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...