Senatore australiano, ‘i gay sono sessualmente deviati, pervertiti e pedofili’

di

Un vero e proprio delirio a cui gli australiani sono abituati, perché Fraser Anning è un'estremista omofobo di prim'ordine.

CONDIVIDI
445 Condivisioni Facebook 445 Twitter Google WhatsApp
3117 38

Fraser Anning, 68enne senatore australiano, ha scioccato il Senato e il Paese tutto con dichiarazioni omofobe di sconcertante gravità.

Anning, esponente del marginale Katter’s Australian Party, ha preso la parola per discutere un programma di anti-bullismo LGBT-inclusive chiamato Safe Schools. Nel farlo, ha vomitato odio.

Cinquant’anni fa se un pervertito comunista avesse proposto che i figli della nostra nazione fossero costretti ad ascoltare una simile propaganda sessualmente deviante, sarebbe probabilmente stato appeso. Oggi questa disgustosa spazzatura viene chiamata ‘programma Safe Schools‘, e i suoi esponenti di punta sono finanziati dal governo. Tuttavia, il fatto è che le scuole non sono mai state meno sicure e il principale rischio per i bambini è proprio il cosiddetto programma Safe Schools. Cerchiamo di essere molto chiari: questo programma non riguarda il bullismo o altre sciocchezze che provano a giustificarlo. Quando nelle scuole a cui affidiamo i nostri bambini questi ultimi vengono costretti in un’età pre-sessuale a discutere di concetti sessuali di cui non hanno comprensione bensì disgusto, parlando apertamente di omosessualità, questo significa semplicemente istituzionalizzare l’abuso di minori. È anche un grossissimo tradimento nei confronti della loro innocenza. La cosa più incredibile è che il Governo permetterebbe che questo spregevole materiale sia insegnato nelle scuole. I bambini in età prepuberale non dovrebbero avere alcuna dimensione sessuale nelle loro vite e non dovrebbero avere alcun tipo di preferenza sessuale. Anche quando sono sessualmente maturi, la loro sessualità dovrebbe essere una questione personale, privata e certamente non qualcosa per gli ingegneri sociali della sinistra. Le minoranze etniche e religiose, composte da femministe radicali, deviani sessuali, immigrati del terzo mondo e criminali antisociali potrebbero prendere il posto del proletariato per creare una rivoluzione post-comunista, decostruire i valori tradizionali e promuovere tutto ciò che ha minato la morale tradizionale, la famiglia, il capitalismo, il nazionalismo, il patriottismo, la tradizione o la normalità sessuale“.

Un vero e proprio delirio a cui gli australiani sono abituati, perché Anning è un’estremista omofobo di prim’ordine. In precedenza il senatore aveva persino ipotizzato una ‘soluzione finale’ per risolvere il problema immigrazione, riportando alla luce il piano nazista dello sterminio degli ebrei.

I commenti di questo personaggio hanno fatto breccia tra gli omofobi d’Australia, in fibrillazione dopo l’approvazione del matrimonio egualitario e sul piede di guerra per ‘difendere’ le scuole dalle persone LGBT, che a loro dire si sarebbero ‘infiltrate’ tra i banchi per deviare i bambini.

Leggi   Lezione sull'affettività a Calcinate dipinge l'omosessualità come disagio
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...