Gasparri: meglio il bunga bunga che i gay

di

In un'intervista rilasciata al sito clericale Pontifex, il capogruppo del Pdl al Senato si scaglia contro Vendola per difendere Silvio Berlusconi. E spiega la sua particolare teoria sul...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3215 0

Mentre i politici di centrosinistra si spingono a chiedere le dimissioni di Silvio Berlusconi, quelli di centrodestra fanno muro attorno al loro leader. E nel mare delle dichiarazioni che suonano come difese d’ufficio del premier, ne emenerge una che ha i toni dell’omofobia. Ad averla pronunciata è Maurizio Gasparri, capogruppo al Senato del Pdl ed esponente di primo piano del partito di Berlusconi. Al sito clericale Pontifex.it, Gasparri, definito dal sito "amabile e gentile coordinatore nazionale del Pdl", ha dichiarato: "Vendola dovrebbe tacere. Critica l’altrui bunga bunga che intanto non è nulla di male, ma almeno avviene con donne. Prediche, da certi pulpiti, lasciano per lo meno perplessi, viste le predilezioni particolari".

Un pensiero del tutto simile a quello tribale espresso da Silvio Berlusconi qualche mese fa, quando ebbe a dire: "meglio essere appassionati di belle ragazze che di gay". L’allievo, però, in questo caso supera il maestro perché è il primo politico a rilasciare una dichiarazione omofoba nei confronti del leader di Sinistra ecologia e libertà, che fino ad oggi era rimasto ancora indenne da attacchi personali riguardanti il suo orientamento sessuale.

Leggi   Messico, multa di 10.000 dollari per cori omofobi dei propri tifosi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...