“Sei gay? Allora non puoi adottare il gatto”

Ma c’è il lieto fine.

Sei gay? Allora non puoi adottare il gatto. È quello che Alex Andreou, giovane scrittore e attore di Londra, si è sentito rispondere da una donna.

È lo stesso Alex ad aver condiviso su Twitter estratti della conversazione avuta e a raccontare di aver viaggiato per due ore per raggiungere la donna e recuperare due gatti abbandonati. Nel testo originale la donna chiede al ragazzo perché è single: “Forse perché sei gay?”. Lui conferma e chiede se è un problema. La risposta di lei ha dell’incredibile: “Io sono religiosa quindi sono in totale disaccordo con questo stile di vita, mi dispiace se ferisce i tuoi sentimenti”.

Alex replica così: “Cara, sono stato picchiato e insultato da quando avevo otto anni. I miei sentimenti sono ben forti”. La conversazione sembra quasi finita, quando lei aggiunge: “Non sei preoccupato di andare all’inferno quando morirai?”.

Questa la notizia circolata negli scorsi giorni. Nelle ultime ore, però, sono emersi altri particolari: la donna in questione starebbe rifiutando da mesi, per un motivo o per l’altro, di lasciar andare i gatti e la stessa immagine promozionale è stata trovata in rete su un portale che vende finestre. Alex, che ha ammesso di aver pianto per tutto il tragitto di ritorno, si è un po’ consolato ed è ormai convinto che i gatti della donna non esistano davvero.

Ti suggeriamo anche  Kenya, rimangono in vigore le leggi omofobe: l'omosessualità è ancora illegale

Una notizia buona, però, c’è: “Un amico che vive vicino a quella strega malefica mi sta portando due gattini, sono felicissimo”.

I due gattini sono stati recuperati da Lilly’s Legacy e si chiameranno George Meowchael-Andreou e Freddie Purrcury-Andreou. “Dovrei forse addobbarli con bandiere arcobaleno e mandare delle foto alla signora, o no?” si domanda.