Gay e papà: oggi è possibile

Sei maschio, gay e vuoi un figlio? La risposta è la gestazione di sostegno negli USA. A Milano il primo seminario sul tema. Sarà presente anche la prima coppia gay italiana che ha avuto un bambino

Milano – Per le lesbiche è stato sempre più facile realizzare il desiderio di maternità. Per le coppie gay la cosa è sicuramente più complicata, ma non impossibile, tanto che per qualcuno è già una realtà. Pochi giorni fa abbiamo parlato di un film Il lupo in calzoncini corti, che anch’esso affronta il tema della genitorialità con gestazione di sostegnomadre surrogata. Poiché tale pratica è illegale se fatta in Italia, sta diventando popolare tra gli uomini gay italiani, ma anche tra le coppie etero sterili, recarsi all’estero per coronare il sogno di un figlio proprio. Ecco quindi che adesso in Italia arriva il primo seminario pubblico  sul Parenting attraverso la gestazione di sostengo negli Stati Uniti. E sarà proprio la  città di Milano a ospitarlo, il prossimo 14 novembre. All’incontro si potrà conoscere la storia personale di una coppia di italiani dello stesso sesso, che sono di recente diventati genitori, e di Amanda (in foto), la donna americana che ha portato avanti la gravidanza per loro, che spiegherà cos’è che spinge ad adoprarsi per far sì che altri abbiano un bambino in questi modi. Inoltre saranno presenti esperti legali e medici che daranno i loro consigli per coppie omosessuali e single.

Come dicevamo, la maternità surrogata è vietata in Italia, ma è legale per i cittadini italiani avere figli attraverso tale pratica all’estero e poi ricondurli in patria dopo la nascita. Negli Stati Uniti la maternità surrogata non solo è legale, ma anche molto frequente, pertanto sono considerati il paese migliore per ricorrere a questo sistema, anche per condizioni sociali e mediche ottimali. È necessario recarsi tre o quattro volte, per poi da ultimo tornare a casa con il proprio figlio. In maniera del tutto legale, con tanto di certificato di nascita e nome sul passaporto, avvalendosi di un avvocato italiano che sbrighi tutte le pratiche legali e burocratiche. Vi sono numerose organizzazioni locali che seguono i genitori delle varie nazionalità, che conoscono le normative vigenti di ogni singolo paese e forniscono una soluzione completa. Ai genitori viene data quindi una totale assistenza, prima e dopo la nascita, assicurando  che vengano ottenuti i pieni diritti legali di entrambi i genitori e dei neonati una volta a casa.

Ti suggeriamo anche  Milano Pride 2018, c'è la data ufficiale: 30 giugno

Il seminario è una risposta al crescente interesse per la maternità surrogata da parte di coppie gay e single in Italia. All’incontro saranno spiegati tutte le  particolari circostanze legali e i dettagli logistici per perseguire tale opzione negli Stati Uniti. Il programma prevede anche la presenza di John Weltman, un padre americano gay, fondatore del Circolo Maternità Surrogata, un’organizzazione che aiuta le persone da tutto il mondo a diventare genitori in questo modo. Il seminario si svolgerà presso il Park Hyatt Hotel di Milano (Via Tommaso Grossi,1) alle ore 11 e si prevede che durerà circa due ore e mezza. In rete c’è pagina su Facebook. L’incontro è immaginato soprattutto per coppie gay, ma interverranno anche coppie etero che non possono avere figli e pensano di ricorrere a simili pratiche. Ci sarà anche un legale italiano, l’Avv. Ezio Menzione, che illustrerà le problematiche giuridiche in Italia connesse con queste pratiche. Se volete un figlio, adesso non vi resta che scegliere il nome.