‘Non ci sono gay in Malesia’, l’ultima follia del ministro del turismo malese

Mohammaddin Ketapi, ministro malese per il turismo, le arti e la cultura, ha sbigottito un giornalista tedesco.

Il ministro malese per il turismo, le arti e la cultura ha affermato che all’interno del Paese non ci sarebbero omosessuali.

“Non credo che abbiamo qualcosa di simile [omosessuali] nel nostro paese”, ha tuonato Mohammaddin Ketapi a un reporter di Deutsche Welle, nel corso della fiera del turismo ITB di Berlino.

Il giornalista gli aveva semplicemente chiesto se la Malesia fosse accogliente con i turisti gay. Tutto questo con il Paese da mesi in una morsa di spaventosa omofobia istituzionale. Nell’ultimo anno la polizia ha fatto irruzione in diversi club LGBT, arrestando i presenti.

Il Governo continua ad alimentare odio e discriminazione, per bocca dello stesso primo Ministro Mahathir Mohamad, che lo scorso anno ha parlato di omosessualità ‘inaccettabile’.

In Malesia è un qualcosa che non possiamo accettare, anche se è visti come diritti umani nei paesi occidentali. Mentre su alcune cose siamo d’accordo con Suhakam (la Commissione per i diritti umani della Malesia, ndr), dobbiamo ricordare a Suhakam che la Malesia ha un diverso sistema di valori rispetto agli occidentali“.

Ti suggeriamo anche  Netsweeper, l'azienda che fornisce tecnologie per la censura LGBT: raccolta firme e appello al Governo del Canada