GAY, QUALE FUTURO?

A Roma un convegno nazionale e una mostra

1972-2002. Trent’anni fa nasceva in Italia il movimento per i diritti delle persone gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. L’anniversario fa riferimento alla fondazione del FUORI!, prima associazione omosessuale italiana di respiro nazionale. E l’occasione dell’anniversario viene colta dal Circolo Mario Mieli di Roma per una importante iniziativa nei giorni dal 9 al 17 gennaio prossimi: "30 anni di movimento gay lesbico bisessuale trans/gender in Italia – Convegno nazionale e mostra documentale – fotografica" si svolgerà a Roma presso il Palazzo delle Esposizioni, e presenterà convegni e dibattiti ai quali prenderanno parte tutti coloro che hanno fatto la storia del movimento glbt in Italia, e coloro che ne sono il futuro.

Ma non chiamatela celebrazione. Su questo punto, gli organizzatori Bruno Fiorentino e Massimo Farinella, sono categorici: "Non si tratta di una celebrazione, anche se i numeri ovviamente si presterebbero – ci spiega Bruno Fiorentino – Si tratta piuttosto di fare il punto sulla situazione".

Bruno è tra coloro che hanno attivamente contribuito alla nascita del Fuori!; è lui a spiegarci perché la fondazione di quell’associazione è considerata il punto di partenza della storia del movimento gay in Italia, "anche se c’era stato qualcosa prima, come l’azione di Massimo Consoli soprattutto all’estero, o altre iniziative più o meno azioni individuali. Anche noi del Fuori! avevamo già creato nel ’71 una sigla diversa, ad esempio a Roma esisteva un gruppo che si chiamava Associazione Studi Psico-sociali operante tra Roma e Milano che poi è diventato il Fuori!, quando la cosa si è allargata anche a Torino e altrove. Questo è per noi il primo passo per il movimento glbt in Italia, anche se ovviamente a livello mondiale tutto è cominciato nel ’69 a Stonewall".

Rispetto ad allora molte cose sono cambiate, ed è quindi evidentemente necessario fermarsi a riflettere, e chiedersi quali siano i compiti e le strategie attuali della lotta per i diritti omosex. "Quando abbiamo cominciato trent’anni fa – ci spiega ancora Bruno Fiorentino – il mondo presentava un altro panorama e un altro significato. Da allora il movimento glbt ha avuto un grosso sviluppo, ma ora è arenato, soprattutto in Italia, un po’ per le divisioni, un po’ per le situazioni politiche, un po’ per disorientamento; ha perso molto dello spirito originario, è stretto tra volontà di inserimento piccolo-borghesi nel mercato, si accontenta di risultati piuttosto modesti, accedendo a una serie di servizi, ma senza trovare né riconoscimento politico né tanto meno accettazione sociale".

Su queste basi si capisce perché gli organizzatori spingono perché l’occasione del trentennale non sia una mera celebrazione. "Lo scopo del convegno è di stabilire delle strategie su dove vuole andare questo movimento e se ha ancora un’idea politica del mondo. Il senso della cosa, dunque, è un appuntamento di tutto il movimento per poter fare il punto della situazione, ricordare tutto quello che c’è successo, tutte le varie fasi, e da lì partire per fare il punto sulla situazione politica per il futuro".

Uno sguardo al passato per definire il futuro, dunque: dal momento che nulla di importante può essere costruito senza far tesoro delle lotte di chi ci ha preceduto, l’augurio è che questo convegno svolga davvero la funzione per cui è stato pensato. Ce n’è un grande bisogno.

Clicca qui per il programma completo.Con il Patrocinio del Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali

30 ANNI DI MOVIMENTO GAY LESBICO BISESSUALE TRANS/GENDER IN ITALIA
CONVEGNO NAZIONALE E MOSTRA DOCUMENTALE – FOTOGRAFICA

9 – 17 GENNAIO 2002
ROMA – PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI

CONVEGNO NAZIONALE – 9 – 13 gennaio, Palazzo delle Esposizioni, Sala Multimediale, Ingresso gratuito in Via Milano, 9a

MOSTRA DOCUMENTALE FOTOGRAFICA – 9 – 17 gennaio, Palazzo delle Esposizioni, Ingresso gratuito in Via Milano, 9a

^SPROGRAMMA^s

Mercoledì 9 gennaio

15.30 – 16.30 – Inaugurazione mostra "30 anni di movimento gay lesbico bisessuale trans/gender in Italia"

16.30 – 21.00 – Convegno nazionale "30 anni di movimento GLBT in Italia" – Apertura dei lavori
^S30 ANNI DI STORIA^s
– Fuori
– I COM
– Mai più senza rossetto: dal Glam alla consapevolezza transgender militante
– Massimo Consoli
– Movimento femminista e lesbico
– I campeggi gay
^SNUOVE TEORIE DELLA PSICANALISI A PARTIRE DALLA NASCITA DEL MOVIMENTO OMOSESSUALE E LESBICO^s
^S30 ANNI DI MUSICA GLBT^s

Giovedì 10 gennaio

10.00 – 13.30 – ^S30 ANNI DI STORIA – 2^s
PERCORSI LESBICI

– Le lesbiche nella storia del movimento delle donne
– Le tre Settimane lesbiche negli anni ’90
– Le parole tra noi leggère: tracce di un percorso lesbo-femminista
– Storia della rivista Towanda!: un percorso di visibilità
– Maternità lesbica. Autoinseminazione o riproduzione assistita? Una corsa ad ostacoli

14.15 – Proiezione del video "Odio i saluti" di Julia Pietrangeli

15.00 – 21.00 – ^S30 ANNI DI STORIA – 3^s
– Teoria e pratica del lesbismo separatista in Italia
– La politica necessaria: percorsi di consapevolezza in gruppo di
lesbiche
– Da Sodoma a Hollywood
– Collettivi autonomi
– La nascita del "Mario Mieli"
– Il Cassero
– L’avvento dell’Aids
NUOVE STRATEGIE
PROPOSTA PER UNA CAMPAGNA AUTOGESTITA CONTRO L’AIDS
30 ANNI DI CINEMA GLBT

Venerdì 11 gennaio

10.00 – 13.30 – ^SNUOVE STRATEGIE – 2^s – ^SIL MOVIMENTO GLBT ITALIANO E LE ORGANIZZAZIONI INTERNAZIONALI^s
Omofobia
– Omosessualità e culture religiose

14.00 – 15.30 – Video e piccoli gruppi

15.30 – 21.00 – ^S30 ANNI DI STORIA – 4^s –
Arcigay Nazionale
– Arcigay donna
– Muccassassina
– Roma ’94: il primo Pride nazionale
– Il MIT e il movimento Trans-gender
– Azione omosessuale
– Arcilesbica Nazionale
– Agedo
– CODS
^S30 ANNI DI LETTERATURA GLBT^s

Sabato 12 gennaio

10.00 – 13.30 – ^S30 ANNI DI STORIA – 5^s
– I COBAGAL
– Alziamo la testa: Verona ’95
– Gruppi leather in Italia
– Triangolo silenzioso e Settore gey lesbico ENS
– Caso Braibanti
– Dossier Sicilia
– Il World Pride Roma 2000

14.30 – 15.30 – Video e piccoli gruppi

15.30 – 21.00 – ^SNUOVE STRATEGIE – 3^s – PROPOSTA PER UN ARCHIVIO STORICO UNICO
^SNUOVE STRATEGIE – 4^s – IL MOVIMENTO GLBT ITALIANO: OLTRE IL NO GLOBAL E IL MERCATO, PER UN NUOVO MODELLO DI SOCIETA’

Domenica 13 gennaio – GIORNATA DEDICATA AD ALFREDO ORMANDO

10.00 – 13.30 – ^SNUOVE STRATEGIE – 5^s – IL MOVIMENTO GLBT PER I DIRITTI CIVILI, Confronto con partiti politici e istituzioni governative

15.00 – RICORDO DI ALFREDO ORMANDO: MANIFESTAZIONE A PIAZZA SAN PIETRO

17.00 – 21.00 – DIBATTITO E CONCLUSIONI

E’ prevista la partecipazione ai lavori di: Lorenza Accorsi, Roberto Aere, Asher Colombo, Saverio Aversa, Marzio Barbagli, Fabiano Bassi, Imma Battaglia,Tiziano Bedìn, Graziella Bertozzo, Elena Biagini, Aldo Braibanti, Gabriella Caramore, Alessandro Cardente, Ivan Cattaneo, Antonia Ciavarella, Mauro Ciòffari, Lidia Cirillo, Maurizio Cecconi, Massimo Consoli, Felix Cossolo, Enzo Cucco, Leila Dajanis, Francesca Dallabetta, Paola Dall’Orto, On. Titti De Simone, Domenico De Simone, Daniele Del Pozzo, Deborah Di Cave, Marcella Di Folco, Saverio Fichera, Bruno Fiorentino, Enrico Giordani, Francesco Gnerre, Cristina Gramolino, On. Franco Grillini, Deborah Lambillotte, Sergio Lo Giudice, Vladimir Luxuria, Isabelle Magdi Rizk, Giovanni Minerba, Victor Magiar, Gigi Malaroda, Aurelio Mancuso, Eva Manini, Porpora Marcasciano, Massimo Mazzotta, Ezio Menzione, Franco Mittica, Domenico Moretto, Deborah Oakley-Melvin, Giovanna Olivieri, On. Marco Pannella, Vincenzo Patanè, Vanni Piccolo, Andrea Pini, Piero Pirotto, Francesco Pivetta, Francesca Polo, Rossana Praitano, Beppe Ramina, Gianni Rossi Barilli, Valeria Santini, Giampaolo Silvestri, Gigliola Toniollo, Helena Velena, On. Nichi Vendola, Gianni Zardini

E’ attesa la conferma di altri esponenti delle realtà GLBT italiane.

Nella sessione dedicata alle organizzazioni internazionali: Michael Mills, IGLHRC USA; Rottem Danon, Israele; Hagai El-Ad, Israele; Miodrag Kojadinovic, Belgrado; Riccardo Gottardi, ILGA Europe; Coordinamento Gay Credenti in Italia

Sono stati invitati: On. Walter Veltroni, Sindaco di Roma; On. Stefania Prestigiacomo, Ministra per le pari opportunità; On. Francesco Storace, Presidente della Regione Lazio; Silvano Moffa, Presidente della Provincia di Roma; Democratici di Sinistra, Comunisti Italiani, Verdi, Socialisti Democratici Italiani, Margherita, Rifondazione Comunista, Partito Radicale.

Organizzazione: Circolo di cultura omosessuale "Mario Mieli"

Coordinamento: Massimo Farinella – Bruno Fiorentino