Gay si nasce, parola di un professore belga

Il professore Balthazar, dell’Università di Liegi, ha pubblicato un libro nel quale espone la sua tesi secondo la quale “l’omosessualità è da ricercare nella biologia degli individui”.

Uno studioso belga ha tentato di risponedere una volta per tutte all’annosa questione: essere gay è una questione che ha che fare con la genetica o è il modo in cui cresciamo, il posto in cui cresciamo, le persone che incontriamo etc a farci diventare gay?

Jacques Balthazar, docente dell’Università di Liegi, una risposta sembra avercela e la espone nel suo libro intitolato "Biologia dell’omosessualità. Si nasce omosessuali, non si sceglie di esserlo". Presentando il suo lavoro durante un’intervista al quotidiano belga in lingua francese "Le Soir", il professore, zoologo di formazione e responsabile di un gruppo di ricerca in endocrinologia del comportamento, spiega che "l’origine dell’omosessualità è da ricercare nella biologia degli individui piuttosto che nell’attitudine dei loro genitori o nelle decisioni dei soggetti interessati".

"Lavoro da 35 anni sui meccanismi ormonali e nervosi che controllano essenzialmente il comportamento sessuale di animali e umani" continua Balthazar spiegando di avere "voluto smontare su base scientifica anche le credenze secondo le quali l’omosessualità sarebbe una malattia, una perversione o una devianza". "L’omosessualità – conclude il professore – non costituisce solo un orientamento sessuale diverso, ma si accompagna a modifiche morfologiche, fisiologiche e comportamentali complesse".