Gay tedeschi addesso vogliono la piena equiparazione

Dopo dieci anni dall’introduzione delle civil partnership, i gay tedeschi adesso chiedono la piena equiparazione alle unioni eterosessuali. Comprese le adozioni. D’accordo numerosi parlamentari.

Dieci anni dopo l’introduzione in Germania della storica legge che consente i matrimoni fra omosessuali, le coppie gay e lesbiche tedesche chiedono la piena equiparazione delle loro unioni a quelle eterosessuali. "È ora di parificare le partnership a vita al matrimonio in modo da avere un’assoluta equiparazione dei diritti", ha detto il sindaco di Berlino e gay dichiarato, Klaus Wowereit (Spd). Dello stesso parere, sono il ministro di Berlino per gli affari sociali, Carola Bluhm (Linke), ed i parlamentari liberaldemocratici (Fdp).

La legge sui matrimoni fra omosessuali è stata introdotta in Germania dal governo rosso-verde guidato dall’allora cancelliere Gerhard Schroeder (Spd) ed è in vigore dall’1 agosto 2001. Nonostante essa abbia dato il via libera ai metronomi gay, rimangono ancora alcune differenze importati con le unioni eterosessuali. Le coppie gay, ad esempio, non possono ancora adottare bambini (cosa questa però consentita a livello singolo per gay e lesbiche). Inoltre, il fisco tratta diversamente queste unioni rispetto a quelle tra eterosessuali.

Ti suggeriamo anche  Germania, il presidente della Repubblica chiede perdono per la caccia ai gay durante il nazismo