GayLib: “A Roma voteremo per Grillini sindaco”

di

L'associazione gay di centrodestra dichiara le sue intenzioni di voto: il candidato socialista per il Campidoglio, Massimo Erasmo (MPA) al consiglio e tutti i candidati LGBT per le...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1504 0

GayLib Lazio, ha deciso: alle elezioni comunali di Roma sosterrà "tutti i candidati GLBT ed eterosolidali che si faranno carico di rappresentare i cittadini glbt e le coppie omoaffettive nei vari ambiti di competenza comunale".

Lo dichiara in un comunicato Christian Poccia, referente di GayLib Lazio.  "Nello specifico chiediamo a tutti i candidati dei vari municipi che intenderanno avere la simpatia e il sostegno di GayLib Lazio che si curino di ampliare tutte le delibere di ambito assistenziale e socio-sanitario (accesso alla graduatoria per le case popolari, contributi alloggiativi, sussidi per l’assistenza domiciliare dei malati, consegna a domicilio dei farmaci ecc…) – si legge ancora nel comunicato – nella direzione della pratica tutela di ogni cittadino e di ogni coppia senza discriminazione, in base a ciò che noi riteniamo sia la buona amministrazione della vita comunale".

GayLib Lazio fa sapere inoltre che il prossimo 13 aprile sosterrà la candidatura a sindaco di Franco Grillini insieme a quella di Massimo Erasmo, candidato del Movimento per l’autonomia al Consiglio comunale.

“Il nostro voto – dichiara ancora Christian Poccia – sarà disgiunto in quanto né il candidato Alemanno del PdL, né Storace de La Destra, né Ciocchetti dell’Udc o Baccini della Rosa Bianca, quelli più vicini alla nostra area culturale alternativa alle forze di centrosinistra, ci hanno dato le garanzie minime di sostenibilità da parte di quello che noi siamo, una associazione gay. Pertanto abbiamo scelto Grillini sindaco. Si tratta di una candidatura laica e riformista, libera dagli schemi bipolari destra-sinistra, di rottura rispetto alle candidature omofobe e di bandiera per la comunità gay. Al Consiglio comunale, invece, il nostro sostegno andrà a Massimo Erasmo, colonnello dei carabinieri candidato con il Movimento per l’Autonomia e alleato con il Popolo della Libertà. Nel suo programma – va avanti Poccia – c’è un esplicito e chiaro riferimento al mondo gay al quale Erasmo ha dedicato un capitolo che si apre con la richiesta di ampliamento dei diritti civili per la comunità gay, lesbica, bisessuale e transessuale. Qualcosa che non può non avere il nostro plauso e il nostro sostegno convinto".

Leggi   Un week-end romano: i migliori hotel gay-friendly della Capitale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...