GB: risarcito gay espulso dall’Aeronautica

Il ministero della Difesa britannico ha accettato di risarcire con 50mila sterline un ex sergente della Royal Air Force espulso dall’arma nel 1999 quando divenne nota la sua omosessualita’.

LONDRA – Il ministero della Difesa britannico ha accettato di risarcire con 50mila sterline (78.800 euro) un ex sergente della Royal Air Force espulso dall’arma nel 1999 quando divenne nota la sua omosessualita’. Lo ha riferito il legale del querelante. Christopher Brown, 40 anni, per oltre vent’anni meccanico nell’aeronautica militare, aveva fatto ricorso alla Convenzione europea per i diritti umani, richiamandosi all’articolo 8 della stessa, che tutela il rispetto della ‘privacy’.

La Corte di Strasburgo avrebbe dovuto pronunciarsi oggi, ma poche minuti prima del verdetto e’ stato annunciato un accordo extragiudiziale. Stephen Grosz, legale di Brown, ha affermato che il suo assistito e’ soddisfatto della soluzione del suo caso, ma contrariato per il fatto che l’espulsione della Royal Air Force non gli abbia permesso di fare la sua parte nella campagna militare in Iraq.

Una portavoce del ministero della Difesa ha affermato: “In questo caso abbiamo accettato la responsabilita’ e di pagare il risarcimento. La diversita’ nelle forze armate e’ ora accettata apertamente”.

Dal suo congedo forzoso Brawn lavora in una compagnia aerea privata.

LEGGI ANCHE

Storie

Corea del Sud: è caccia ai gay nell’esercito: interviene anche...

L'associazione chiede l'abrogazione della norma che vieta rapporti omosessuali nell'esercito.

di Redazione | 12 Giugno 2017

Donne

Napoli: due ragazze si baciano in piazza, i militari le...

Non è la prima volta che un semplice bacio fa scattare l'intervento delle forze dell'ordine.

di Redazione | 19 Aprile 2017

Storie

Per la prima volta una donna transgender combatterà al fronte:...

"Per me è un onore fare la storia: ma io sono una ragazza normalissima. Non ho subito nessuna discriminazione".

di Redazione | 20 Settembre 2016