GB: studenti gay lasciano scuola per ‘bullismo’

Decine di migliaia di adolescenti omosessuali abbandonano gli studi nel Regno Unito a causa degli abusi di cui sono vittime da parte dei compagni.

ROMA – Decine di migliaia di adolescenti omosessuali abbandonano gli studi nel Regno Unito a causa degli abusi di cui sono vittime da parte dei compagni. L’organizzazione per i diritti dei gay, Stonewall, ha stimato in oltre 60.000 gli studenti vittime di abusi omofobici, che vanno dagli insulti a gravi aggressioni fisiche e sessuali.

“In molti casi, il ‘bullismò omofobico è la forma meno accettabile di abuso e intimidazione in classe – ha dichiarato al Guardian il direttore del progetto Intervento educatico per sfidare l’omofobia, Jonathan Charlesworth – se fosse un altro gruppo di persone a subire lo stesso tipo di trattamento, semplicemente non sarebbe tollerato, ma per qualche ragione sembra che molti degli abusi e delle intimidazioni che subiscono i ragazzi omosessuali vengano trascurati”. Uno studio condotto da Stonewall ha evidenziato che quattro insegnanti su cinque sono consapevoli degli episodi di bullismo che si verificano nelle scuole, ma molte delle vittime sostengono che la risposta a tali comportamenti da parte del personale insegnante èinadeguata.

Secondo una ricerca, il 40 per cento degli adulti omosessuali vittime di episodi di persecuzioni negli anni dell’adolescenza a scuola, ha tentato il suicidio almeno una volta nella loro vita e ha più volte pensato di farsi del male.

LEGGI ANCHE

Cultura

Grindr Leaks: il blog che “sputtana” le foto private degli...

Un blog che pubblica in chiaro le foto private (anche decisamente esplicite) degli utenti di Grindr italiani. Un'azione profondamente violenta...

di Davide Bombini | 25 Maggio 2018

Storie

Aggredito perché gay, passante lo salva da un pestaggio: “Non...

L'episodio di violenza omofobica è accaduto a Belfast, in Irlanda del Nord.

di Gianluca Pellizzoni | 20 Aprile 2018

Storie

Brasile, uccisero brutalmente una trans: solo 16 anni di reclusione

L'omicidio aveva sconvolto la comunità LGBT brasiliana.

di Gianluca Pellizzoni | 6 Aprile 2018