GB: uccisero omosessuale senza motivo, condannati

Un’adolescente e tre ragazzi di circa vent’anni sono stati giudicati colpevoli dell’omicidio preterintenzionale del barista omosessuale David Morley nell’ottobre 2004 a Londra.

LONDRA – Un’adolescente e tre ragazzi di circa vent’anni sono stati giudicati colpevoli dell’omicidio preterintenzionale del barista omosessuale David Morley nell’ottobre 2004 a Londra. La morte di Morley, che era sopravvissuto a un attentato contro un bar gay nel 2000, era avvenuta al termine di una serie di aggressioni senza motivo compiute dalla gang di giovanissimi.

La vittima aveva 37 anni ed era appena uscito da un locale notturno insieme a un amico. Le percosse erano state violentissime e, ha ricordato il magistrato, la quindicenne “prese a calci la testa di Morley come fosse una palla” mentre questi giaceva a terra.

In tutto, la gang aggredì otto persone la notte del 30 ottobre. La sentenza verrà pronunciata a gennaio.

Ti suggeriamo anche  Cecenia, nuova ondata di arresti e persecuzioni nei confronti dei gay