Generale si svegli, i gay sono ovunque

di

Caro Generale non cada nell'errore di credere che gli omosessuali sono inadatti alla vita militare. Ne è sempre stato circondato e senza saperlo. Molti di loro sono anche...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1121 0

Un collega di lavoro una volta mi disse: "I gay non sono finocchi, ma prezzemoli!" intendendo che gay e lesbiche sono ovunque, senza che gli etero lo sappiano. Gay e lesbiche, insieme, sono proprio tanti, Generale. L’Italia se ne rende conto solo quando i media documentano un Gay Pride qualunque e mandano le immagini dei partecipanti affollare le strade. A chi è lì fisicamente, poi, mi è capitato spesso di sentirli chiedere al vicino: "ma quanti sono?"

"Gay = prezzemolini" è anche un vecchio concetto che periodicamente ripropongono, non in termini vegetali ovviamente, anche le associazioni che ci rappresentano. Il manifesto che vidi in un circolo Arcigay anni fa raffigurava un pompiere mentre salvava una bambina da un incendio. Sotto c’era scritto: "Che importa se è gay?". Perché quel pompiere gay, con quel gesto, stava rischiando la sua vita al pari di ogni altro. Proprio come fanno i nostri soldati, gay o eterosessuali che siano.

Lei, Generale, parla come uno che non sa, che non conosce la realtà che lo circonda. I gay nell’esercito sono centinaia e centinaia. Lei, Generale, ne è sempre stato circondato, e senza saperlo. Molti di loro hanno guadagnato medaglie sul campo, proprio come lei. Sono stati promossi di grado, forse proprio da lei. Per non parlare delle vittime: i morti in guerra non sono stati solo valorosi eterosessuali ma anche orgogliosi omosessuali.

Del resto, che differenza c’è se a morire sul campo è un soldato gay o un soldato eterosessuale? Sempre morto è.

Apra gli occhi, allora, Generale. I gay sono ovunque e molto più di quel che lei ha visto fino a oggi. Per rispetto alle migliaia che giacciono sotto terra e per gli altri che rischiano ogni giorno la loro vita sul campo si rimangi di averli definiti "inadatti".

di Daniele Nardini

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...