Genova: pestarono uomo sul bus convinti fosse gay, condannati a 4 anni e 4 mesi

di

Il 44enne aggredito venne ridotto in fin di vita.

CONDIVIDI
642 Condivisioni Facebook 642 Twitter Google WhatsApp
19109 3

Sono stati condannati a 4 anni e 4 mesiLorenzo Giuliani, 19 anni, e il coetaneo FedericoBurlando, i due ragazzi che il 14 luglio 2015 avevano aggredito Marzio Narcisi a Caricamento (Genova) perché convinti che fosse gay. Questa la sentenza del gup Cinzia Perroni per il pestaggio a bordo del bus 1 in piazza Caricamento che ridusse in fin di vita Narcisi, barista di 44 anni.

I due hanno avuto la riduzione di un terzo della pena, perché hanno scelto il rito abbreviato. Sono state assolte, invece, le due ragazze che erano con loro. I due giovani saranno tenuti anche versare 40.000 euro di risarcimento immediato per la vittima e 3.000 per la moglie per i danni subiti. L’autista del bus su cui sono avvenuti i fatti, Simone Furfaro, è stato invece rinviato a giudizio per favoreggiamento e omessa denuncia.

L’aggressione era scattata per una semplice occhiata: “Gay di m…, che c… guardi, il mio fidanzato?”, avevo detto una delle ragazze del gruppo. Marzio Narcisi era seduto sull’autobus con un amico, stava tornando a casa. “Niente, ero sovrappensiero”. Ma gli omofobi cercavano la rissa e l’hanno fatta scattare lo stesso: hanno pestato i due uomini, infierendo sul volto, sulle gambe, sulla schiena, ricorrendo anche a delle catene.

Marzio ha riportato un ematoma cerebrale, che lo ha mandato in coma e ridotto in fin di vita. Solo un intervento di neurochirurgia alla fine è riuscito a salvarlo.

L’aggressione si è trasformata (anche) in un’inchiesta giudiziaria per tentato omicidio, coordinata dal procuratore aggiunto Vittorio Ranieri Miniati, che ha ricevuto due relazioni dei carabinieri nelle quali si fa esplicitamente riferimento alla ritorsione omofoba. Denunciato per favoreggiamento l’autista del bus, che ha visto tutto ma non ha chiamato né i soccorsi né la polizia.

Leggi   Milano, 17enne bullizzato dal professore: «A casa mia i fro*i li cerchiamo e li massacriamo»
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...