Germania: 13 anni di prigione al cannibale gay

L’uomo che ha ucciso a pugnalate e fatto a pezzi il suo amante, che ha poi riposto i suo organi nel frigo per mangiarli successivamente insieme al suo gatto, è stato condannato a 13 anni di prigione.

BERLINO – Un cittadino tedesco che ha ucciso a pugnalate e fatto a pezzi il suo amante, che ha poi riposto i suo organi nel frigo per mangiarli successivamente insieme al suo gatto, è stato condannato a 13 anni di prigione.

L’accusato, Ralf M., 41 anni, è colpevole di aver ucciso Joe R., 33 anni, insegnante di musica di Berlino, con un cacciavite. I due uomini si erano incontrati su un sito web per gay. La Germania era stata colpita già lo scorso anno da un caso analogo del cannibale Armin Meiwes, 43 anni, condannato per avere ucciso e successivamente mangiato una vittima consenziente. Meiwes è stato condannato a 8 anni e mezzo di prigione.

LEGGI ANCHE

Storie

Germania al lavoro per vietare le terapie di conversione: ‘legge...

Ad annunciarlo il ministro della salute Jens Spahn, gay dichiarato e dal 2017 sposo.

di Federico Boni | 18 Febbraio 2019

Storie

Pianificava attentato in un locale gay, arrestato 17enne

Un minorenne aveva intenzione di compiere atti terroristici in un locale gay e in una chiesa di Francoforte.

di Federico Boni | 18 Settembre 2018

Storie

Germania: via libera al terzo genere sessuale nei documenti

La coalizione della cancelliera Angela Merkel ha aperto al possibilità di registrare come "vario" il sesso dei neonati.

di Redazione | 17 Agosto 2018