Ghana: “Se sarò presidente, eliminerò gli omosessuali fucilandoli”

di

Parole shock del candidato Boateng che ha dichiarato di volere "sradicare" l'omosessualità

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
7801 0

È candidato alle prossime elezioni presidenziali del Ghana ed ha già fatto sapere qual è la sua strategia per “contrastare” l’omosessualità nel suo paese: fucilare tutti i gay.

George Boateng ha sconfitto il presidente Mahama alle primarie del suo partito e ora è candidato a sostituirlo. Nella sua già avviata campagna elettorale, Boateng non ha omesso di citare le persone lgbt spiegando che è intenzionato a “sradicare” l’omosessualità. E per farlo è disposto a tutto.

“C’è troppa indisciplina in Ghana – ha detto -. Sotto la mia presidenza, quando una persona corrotta, gay o lesbica, verrà arrestata la legge permetterà al tribunale di condannarli a morte per fucilazione”.

“Sarà un evento pubblico – ha continuato – perché tutti ne siano testimoni e faccia da deterrente. Ci deve essere un’azione di pulizia per eliminare tutti questi atti terribili dalla società”.

In Ghana, il sesso tra persone dello stesso sesso è illegale e le pene arrivano a tre anni di detenzione se si tratta di sesso consensuale. La violenza omofoba è un fenomeno estremamente diffuso e non perseguito dalle autorità.

Leggi   Test della settimana: combatti o subisci l'omofobia?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...