Gheddafi: l’Aids colpisce solo i gay

Il presidente libico Moammar Gheddafi ha detto ai leader africani sabato scorso che gli eterosessuali non hanno bisogno di preoccuparsi di contrarre l’Hiv.

Il presidente libico Moammar Gheddafi ha detto ai leader africani sabato scorso che gli eterosessuali non hanno bisogno di preoccuparsi di contrarre l’Hiv. Le affermazioni, indirizzate davanti a una riunione di quaranta capi di stato africani in Mozambico, ha suscitato qualche risata nell’assemblea. «Tutto quello che occorre rispettare sono i ruoli – ha detto Gheddafi – Se siete etero, non avete niente da temere dall’Aids».

Degli oltre 40 milioni di persone al mondo che vivono con l’Hiv, 29 milioni sono in Africa, secondo le Nazioni Unite. Circa tre milioni sono bambini sotto i 15 anni di età. L’epidemia è una emergenza umanitaria che riguarda tutti i segmenti della popolazione africana. L’Hiv, il virus che causa l’Aids, può essere trasmesso attraverso rapporti sessuali eterosessuali o omosessuali, o condividendo aghi o siringhe o attraverso trasfuzioni di sangue. Inoltre si può trasmettere anche al nascituro nel ventre materno.

Ti suggeriamo anche  LILA, "Solidarietà agli ospiti HIV di Bitonto: basta discriminazioni, basta istituzioni inermi"