Giappone e Brasile, passi avanti nei diritti dei trans

Il governo nipponico ha tolto il divieto di cambio di sesso per i genitori, mentre lo stato sudamericano pagherà le spese per l’intervento chirurgico a cui si sottopongono i trans.

Da oggi, anche le persone che hanno figli, in Giappone, potranno sottoporsi ad intervento per il cambio di sesso purché i figli abbiano raggiunto la maggiore età. Il parlamento nipponico ha approvato a larga maggioranza la revisione della legge. La norma attuale proibisce il cambiamento di sesso a persone che abbiano figli, indipendentemente dalla loro età.Questa condizione era stata aggiunta nel 2003 nel timore, evidentemente ormai rientrato, cheuna simile scelta potesse avere ripercussioni sui figli dei transessuali.

Un’altra buona notizie per chi vuole cambiare sesso arriva dal Brasile. Il governo brasiliano, infatti, coprirà le spese degli interventi chirurgici necessari a tutti coloro che vogliono intraprendere questa strada. E’ quanto hanno riportato i media locali in questi giorni, citando l’annuncio del presidente Luiz Inacio Lula da Silva e del ministro della Sanità, Jose Gomes Temporao, in apertura della prima Conferenza nazionale di gay, lesbiche, bisessuali, travestiti e transessuali che si concluderà domenica prossima.

LEGGI ANCHE

Storie

7 cose da non fare con una persona trans

Se non sapete come comportarvi davanti a delle persone transgender, vi diamo qualche consiglio.

di Eddie Fellino | 16 Febbraio 2019

Storie

Brasile, Bolsonaro vuole rimuovere dai libri di testo ogni riferimento...

L'estremista presidente brasiliano vuole intervenire pesantemente sull'apparato scolastico.

di Federico Boni | 11 Febbraio 2019

Storie

David Miranda prenderà il posto di Wyllys al Parlamento brasiliano

Jean Wyllys si era dimesso e fuggito dal Paese dopo le minacce di morte ricevute e la crescente omofobia.

di Alessandro Bovo | 31 Gennaio 2019