Giornata contro l’Omofobia, il report: 75 casi di violenza in un anno

“E’ solo la punta dell’iceberg” dice Arcigay. Romani: “Esigiamo risposte da Renzi”

Sono ben 75 i casi di omotransfobia che le cronache hanno raccontato nell’ultimo anno. “Solo la punta dell’iceberg” commenta Flavio Romani, presidente di Arcigay, presentando il report che annualmente l’associazione produce e pubblica alla vigilia della Giornata Mondiale contro l’Omofobia che si celebra il 17 maggio. Un iceberg composto dai tanti, tantissimi casi che ancora, per paura o per vergogna, non vengono denunciati e quindi non si vengono a sapere.

I numeri si riferiscono ai 12 mesi trascorsi tra la scorsa celebrazione e quella di quest’anno. “Questo è l’anno nero dell’omofobia – continua Romani -. Allarmano i casi di suicidio (4) e i tentati suicidi (2), che raccontano in maniera inequivocabile i contesti soffocanti che omofobia e transfobia arrivano a generare nel nostro Paese. E non sfuggono nemmeno i tanti pestaggi, la sanzione con cui la nostra società ancora punisce la visibilità di gay, lesbiche e trans. Come fanno pure i blitz vandalici, le scritte, gli attacchi ai simboli o alle persone. Il tutto legittimato da un’omotransfobia di stato, esibita nei luoghi più alti della nostra Repubblica, amplificata dai mass media e replicata in ogni luogo e in ogni contesto”.

E chiede una presa di responsabilità vera e seria da parte delle istituzioni, Romani. “Diventa inutile qualsiasi dichiarazione di vicinanza e solidarietà alla vittima di turno da parte di qualsivoglia rappresentante istituzionale – sottolinea -, se a quelle parole non corrispondono azioni parlamentari efficaci e risolutive del problema, non di un gioco di contrappesi dell’aula”. Il riferimento è evidentemente alla tanto attesa legge contro l’omofobia, il cui iter appare sempre più faticoso e pieno di ostacoli. Un testo che nella sua stesura attuale non cessa di provocare perplessità e dubbi. “Attendiamo ancora – continua Romani – che il Senato discuta e modifichi un testo di legge sull’omotransfobia, licenziato dalla Camera in una forma blanda ed inefficace, che è l’esito di una contrattazione tra poteri forti, non di un’attenzione al problema e a chi lo subisce. Un testo che, in definitiva, nella scrittura attuale pare essere più efficace nel tutelare certi soggetti dall’accusa di omofobia, piuttosto che nel mettere al sicuro le persone lgbt dai violenti che le prendono di mira”.

Ti suggeriamo anche  Tassista Uber caccia dall'auto una passeggera perché lesbica

E suona quasi come un urlo nel deserto, quello di Romani, davanti ad un parlamento che non ha dimostrato grande apertura al confronto con le associazioni che a gran voce hanno chiesto emendamenti al testo in discussione, e ancor di più difronte ad un governo che ha scelto di non avere un ministero alle Pari Opportunità. “Esigiamo risposte dal Primo Ministro Renzi – conclude Romani -: chiediamo quali azioni questo governo abbia intenzione di mettere in campo per

riconoscere i diritti delle persone lgbti e tutelarle dalla discriminazione e dalla violenza. Ed esigiamo interlocutori chiari, perciò l’assegnazione urgente della delega alle Pari Opportunità che ci restituisca un referente all’interno di quelle istituzioni che devono risposte anche a noi”.

In occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia, Arcigay lancia la campagna “Conta su di me” con un video che vede protagoniste persone eterosessuali vicine ai gay, alle lesbiche, ai transessuali e alle transessuali. I parenti, gli amici e i colleghi che trovano giuste le battaglie della comunità lgbt e che sono perciò disposti a battersi assieme a loro. Inoltre cartoline, magliette, locandine e adesivi saranno distribuiti negli eventi che Arcigay organizza in tutta Italia tramite i suoi circoli sparsi sul territorio . Tra gli altri appuntamenti, anche quello di Fano dove la coppia composta da Fausto Schermi ed Elwin Van Dijk, che si sono da poco sposati in Olanda, consegnerà il certificato di matrimonio multilingue al comune chiedendone la trascrizione. La coppia sarà accompagnata da un corteo contro l’omofobia a cui parteciperà lo stesso Romani. Di seguito, il video della campagna di Arcigay.

Ti suggeriamo anche  Mason Holgate, tweet omofobi: nei guai il calciatore dell'Everton

di Caterina Coppola