Giuseppe Ciarrapico, è morto un orgoglioso omofobo: quando disse “provo un forte odio per i gay”

L’ex senatore di Forza Italia, simpatizzante fascista, aveva più volte espresso concetti omofobi. E’ morto nel weekend a 85 anni.

Si è spento nel fine settimana, all’età di 85 anni, Giuseppe Ciarrapico, imprenditore, editore, ex presidente dell’A.S. Roma nonché Senatore del Popolo della Libertà.

Proprio da Senatore, nel 2012, Ciarrapico rilasciò un’intervista a Il Fatto Quatidiano, in cui rimarcò con orgogolio la propria omofobia: “Due gay che si baciano mi fanno schifo. Durante il fascismo venivano mandati a Carbonia, scavavano e stavano benissimo. Oggi non vale nemmeno la pena mandarceli. Ho un forte odio pe’ i gay. Mi danno fastidio, che ce posso fa’? So’ come Berlusconi io, mi piacciono le donne“.

Ancora prima, nel 2008, Ciarrapico sottolineò come “la famiglia è una sola, quella fondata sul matrimonio tra un uomo ed una donna, il resto è ciarpame da non prendere neanche in considerazione”.

Nelle ultime ore parole di cordoglio sono arrivate da più parti, politiche e non solo, nei confronti di un simpatizzante fascista che a noi di Gay.it, onestamente parlando, non mancherà affatto.

Ti suggeriamo anche  Eurovision 2018, la tv cinese censura l'amore LGBT e viene bandita