Gli amputano il pene per errore, denuncia i medici

Un cittadino statunitense si è svegliato da un intervento e si è ritrovato evirato. Adesso ha sporto denuncia contro i due professionisti che hanno eseguito l’operazione: “Non ho più voglia di vivere”

Questa è una di quelle storie che andrebbe catalogata, a pieno titolo, tra quelle incredibili ma vere. Un cittadino statunitense ha ditato in giudizio due medici che, sostiene, gli avrebbero "amputato il pene senza permesso". Stando a quanto si legge nella denuncia sporta dal mal capitato, Philip Seaton si era rivolto ai chirurghi quasi un anno fa per una circoncisione. Una volta risvegliatosi dall’anestesia, però, ecco la sorpresa. Il testo della denuncia recita: "Da allora ha perso la voglia di vivere".

I medici ritenuti responsabili del grave danno sono John Patterson, che ha materialmente eseguito l’intervento, e l’anestesista Oliver James. C’è un’ipotesi secondo la quale l’amputazione dell’organo potrebbe essere stata decisa dopo che i sanitari avevano scoperto che l’uomo era affetto da tumore. Ciò nonostante, nessuno ha chiesto il permesso di eseguire la rimozione al paziente, cosa che va sempre fatta a prescindere dal tipo di diagnosi.

LEGGI ANCHE

Storie

Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: “L’ho...

La donna ha denunciato l'accaduto su Twitter: immediate le reazioni pro e contro della rete.

di Gianluca Pellizzoni | 25 Giugno 2018

Storie

Uber, nuovo caso di omofobia: due lesbiche cacciate dall’auto

L'episodio è avvenuto a New York, l'autista è stato immediatamente sospeso dall'azienda.

di Gianluca Pellizzoni | 14 Giugno 2018

Storie

Orlando, il poliziotto di guardia non era davanti al Pulse...

I famigliari delle vittime hanno fatto causa al corpo di polizia e alla città della Florida.

di Gianluca Pellizzoni | 12 Giugno 2018