Gli auguri di Delanoe per Alessio e Christian

Il sindaco di Parigi ha mandato un messaggio ai due italiani: "non si puo’ costringervi all’esilio nel nostro bel Paese per vivere il vostro amore!"

BOLOGNA – "E’ con grande piacere che abbiamo saputo che Alessio De Giorgi e Christian Panicucci, due membri di spicco della comunita’ omosessuale italiana, si ‘pacseranno’ al Consolato di Francia a Roma". Bertrand Delanoe, sindaco di Parigi, ha inviato un messaggio di saluto alla coppia omosessuale che ieri si è sposata a Roma. "La grande battaglia, difficile, lunga, ma vinta tre anni orsono grazie ad un governo progressista, che ha consentito l’istituzione del Patto civile di solidarieta’ (Pacs) in Francia – prosegue Delanoe nel saluto reso noto attraverso l’Arcigay – ha gia’ degli imitatori, come la Germania, il Lussemburgo o la Gran Bretagna, che al Pacs si sono ispirati, in particolare per permettere di ridurre le disuguaglianze tra coppie eterosessuali e coppie omosessuali".

Il sindaco di Parigi ha poi ricordato che "il rispetto di una cultura, di una storia e di un popolo non devono servire da pretesto all’immobilismo, all’ordine morale puritano e ipocrita, all’astoricismo o ancora all’omofobia", ed ha sottolineato che "non si puo’ costringervi all’esilio nel nostro bel Paese per vivere il vostro amore! Bisogna dunque sperare -ha concluso il sindaco francese- che i parlamentari arriveranno ad adottare, piuttosto velocemente, un testo di legge simile anche in Italia, invece di cedere alle lobbies ultra-conservatrici e retrograde, che sono sempre piu’ rumorose delle persone semplicemente innamorate".

Anche il presidente nazionale dell’Arcigay, Sergio Lo Giudice ha inviato alla coppia gli auguri per conto dell’associazione che rappresenta: "Auguriamo che questa scelta contribuisca alla felicita’ della vostra vita, e rappresenti un segnale di speranza per tanti altri -ha affermato- penso soprattutto ai giovani. Da domani, 21 ottobre, saranno piu’ forti, nel cuore di ogni cittadino omosessuale di questo Paese, la volonta’ e il diritto di piena realizzazione della propria vita, della propria dignita’, del proprio amore".

Ti suggeriamo anche  30 anni fa si celebrava la prima unione gay della Storia

La coppia omosessuale ha scelto, per la celebrazione, il giorno dell’anniversario: De Giorgi e Panicucci si sono infatti conosciuti ad un’iniziativa dell’Arcigay, in Toscana, il 21 ottobre di dieci anni fa. I due potranno regolarizzare la loro unione grazie al fatto che Panicucci, pur essendo cittadino italiano e da sempre residente nel nostro Paese, e’ nato a Grenoble e possiede anche la cittadinanza francese.

Storie

Porta Venezia: regole certe per i locali del Rainbow District

Le chiede Paolo Sassi del Lecco, a fronte delle polemiche sulla "movida" e rischio Covid nel quartiere LGBT di Milano.

di Redazione