Gli Usa dicono sì alle nozze gay nelle basi della Marina

di

Ancora una svolta storica, dopo l'abolizione del DaDt. Le forze armate consentono ai militari gay di sposarsi nelle basi della Marina militare che si trovano in stati in...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2419 0

Nelle basi della Marina Militare americana si potranno celebrare matrimoni civili tra persone dello stesso sesso. A riportare la notizia è quanto riporta l’emittente televisiva Cnn, sottolineando che si tratta di uno dei cambiamenti più significativi che seguono l’abrogazione del "don’t ask, don’t tell", la legge che impediva a persone dichiaratamente omosessuali di servire nelle Forze Armate americane.

I matrimoni potranno essere celebrati negli Stati che consentono unioni tra persone dello stesso sesso e "nel rispetto delle leggi statali e locali e dell’appartenenza religiosa delle persone che intendono sposarsi", come si legge in una nota dell’Esercito, in cui si precisa che "se la base militare si trova in uno stato in cui i matrimoni tra persone dello stesso sesso sono legali, quindi le strutture della base possono essere normalmente utilizzate per le cerimonie".

Anche se il "Defence of Marriage Act" (Dma), la legge firmata dall’allora presidente Bill Clinton nel 1996, definisce il matrimonio come "unione tra un uomo e una donna", il provvedimento "non pone limiti ai tipi di cerimonie che possono essere celebrati in una base militare, se queste rispettano il credo religioso delle persone", ha commentato Eileen Lainez, portavoce del dipartimento alla Difesa. Intanto, la battaglia per abolire il Dma, continua.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...