Gran Bretagna: esplodono i contagi di malattie sessualmente trasmissibili

di

Soprattutto sifilide e gonorrea. La categoria più a rischio, quella dei maschi omosessuali e bisessuali, non ha accesso gratuitamente alla PrEP.

CONDIVIDI
57 Condivisioni Facebook 57 Twitter Google WhatsApp
5262 3

I media britannici sono in allarme per i dati pubblicati dal Ministero della Salute pochi giorni fa, che vedono una esplosione delle infezioni di sifilide e gonorrea, soprattutto tra omosessuali maschi.

Nel 2015 il Sistema sanitario pubblico inglese ha curato 434.456 casi di infezioni sessualmente trasmesse, di cui 54.275 tra uomini che fanno sesso con altri uomini (MSM), con un incremento del 10% rispetto al 2014. È la sifilide a registrare l’incremento più alto (20%) seguita dalla gonorrea (+11%): le crescite sono concentrate, per il Ministero della Salute, proprio nella categoria maschi omosessuali o bisessuali. La raccomandazione, perentoria, è quella di usare sempre il preservativo.

Il responsabile del National Aids Trust, Yusef Azad, accusa il governo di non aver dato abbastanza considerazione alle esigenze sessuali di uomini gay e bisex, non promuovendo un’adeguata educazione sessuale nelle scuole agli adolescenti e negando la PrEP alle categorie più a rischio.

 

Sono proprio gli uomini gay e bisessuali, categoria soggetta a malattie sessualmente trasmissibili secondo queste statistiche, quelli che dovrebbero sottoporsi a PrEP. Questo perché la “profilassi da pre-esposizione” non è solo una pillola, ma una tecnologia che cambia radicalmente l’approccio con cui la sanità cura i propri pazienti, identificando i soggetti a rischio e permettendo loro di monitorare regolarmente il proprio stato di salute e curare i primi sintomi appena compaiono. Scenderebbe drasticamente il numero di contagi e quindi i costi complessivi per la sanità.

LEGGI ANCHE:

HIV: il servizio sanitario britannico non fornirà la PrEP. E in Italia? > >

PrEP

È tempo di PrEPararci a sconfiggere l’HIV: tutto sulla PrEP > >

prep

Leggi   Vaccino contro l'Hiv, sperimentazioni sugli uomini al via nel 2019
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...