Grillini: i DS si esprimano su candidatura Vendola

di

"Il fatto che sia gay non c'entra nulla. E io spero che sia così. Diversamente sarebbe gravissimo e sarei in prima fila a dare battaglia".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1004 0

ROMA – “Il fatto che sia gay non c’entra nulla. E io spero che sia così. Diversamente sarebbe gravissimo e sarei in prima fila a dare battaglia”. Lo afferma il deputato diessino e presidente onorario dell’Arcigay, Franco Grillini, in un’intervista al “Quotidiano Nazionale”, commentando le polemiche dei Ds per la candidatura di Nicola Vendola alle regionali in Puglia. “Vero è che ora – continua Grillini – mi aspetterei una presa di posizione pubblica dei vertici del partito. Esclusa la pregiudiziale gay, sono altre le cose sulle quali chiedono uno sforzo in più”.
“La questione delle unioni civili – spiega Grillini – ad esempio, deve divenire un punto di programma e invece noto una certa fatica, nonostante Rutelli si sia dimostrato aperturista…”. Con riguardo ai cattolici, secondo Grillini, Vendola “cita più volte lui Gesù di quanto non facesse san Francesco. Inoltre il Sud è cambiato, non è più quello di una volta dove imperava il machismo. E non dimentichiamo che alle Europee Vendola ha preso 80 mila preferenze”. “Quindi – conclude Grillini – se la Basilicata va a Mastella, perchè mai la Puglia non dovrebbe andare a Rifondazione?”.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...