Grillini: le primarie saranno un mezzo Gay Pride

“Su sei candidati in gara, ci sono un omosex e un bisex”. E’ la lettura delle primarie dell’Unione da parte di Franco Grillini, presidente onorario dell’Arcigay, intervistato da ‘Il Messaggero’.

ROMA – “Adesso su sei candidati in gara, ci sono un omosex e un bisex. Una percentuale magnifica. Il candidato girotondino, Ivan Scalfarotto, è gay. E Alfonso Pecoraro Scanio è bisessuale. Le primarie saranno un mezzo gay pride“. E’ la lettura delle primarie del 16 ottobre da parte del diessino Franco Grillini, presidente onorario dell’Arcigay, intervistato da ‘Il Messaggero’.

“Se Prodi nel programma inserirà con chiarezza la questione delle coppie omosessuali e dei Pacs, allora io seguirò le indicazioni del mio partito e voterò per lui”, dice Grillini spiegando che sulla questione dei diritti degli omosessuali il Professore si gioca una bella fetta di consensi alle primarie. “Quanti gay voteranno alle primarie? Credo due o trencentomila. Ed è una buona cifra”.

Ti suggeriamo anche  Franco Grillini: 'ho un tumore devo curarmi, come faccio con il taglio dei vitalizi?' - l'appello di Pier Ferdinando Casini