HIV: Farmaci con cerotto, cure attraverso la pelle

di

Scenziati americani hanno presentano oggi un cerotto in grado di somministrare il 96% delle sostanze che normalmente un paziente sieropositivo deve prendere attraverso la terapia fatta di pillole.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2856 0

Gli scenziati dell’azienda americana ImQuest Biosciences guidati da Anthony Ham hanno sviluppato un cerotto per somministrare i farmaci anti-Aids attraverso la pelle e magari, un giorno, ridurre la necessità di assumere gli antiretrovirali per bocca. L’innovativo metodo è stato presentato al Meeting annuale della American Association of Pharmaceutical Scientists (AAPS) in corso a Washington.

Il cerotto intradermico, che si è dimostrato capace di infondere attraverso la pelle il 96% della terapia nell’arco di sette giorni, potrebbe essere un metodo facile per seguire la cura; il cerotto si applica e poi fa tutto da solo, quindi il paziente non deve ricordarsi le pillole. E il suo utilizzo potrebbe ridurre anche i costi di trasporto rispetto ai farmaci anti-Aids tradizionali e quindi migliorare l’accesso ai farmaci nei paesi poveri.

Oggi gli individui con Hiv devono prendere costantemente una serie di pillole al giorno per tenere a bada il virus nel loro corpo: anche se nel tempo, grazie all’innovazione farmaceutica, il numero di pasticche quotidiane da prendere è andato progressivamente riducendosi, seguire la terapia – ricordarsi scrupolosamente tutte le pillole da prendere – può comunque essere complicato, soprattutto nei paesi in via di sviluppo. In questi, peraltro, il trasporto e quindi la fornitura dei farmaci anti-Aids può essere difficoltoso, rallentando e riducendo di fatto l’accesso alle cure proprio laddove oggi nel mondo si concentra il maggior numero di persone in lotta con l’Hiv.

Leggi   Francia, respinti gli immigrati sieropositivi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...