‘Sieropositivi in terapia antivirale non possono trasmettere l’HIV’: la conferma da un nuovo studio

La conferma da un nuovo studio. Le persone che vivono con l’HIV in trattamento efficace non possono trasmettere il virus ai rispettivi partner.

Un nuovo studio ha confermato l’efficacia della terapia antivirale all’interno di una coppia, in cui solo uno dei due componenti è sieropositivo.

Dopo otto anni di ricerca, 738 coppie monitorate hanno fatto sesso senza preservativo per 77.000 volte. Ebbene non una singola trasmissione di HIV ha avuto luogo.

I risultati dello studio PARTNER 2 sono stati annunciati nel corso della conferenza AIDS 2018 ad Amsterdam, riaffermando ciò che era noto da tempo: le persone con una carica virale non rilevabile non possono trasmettere l’HIV. Lo studio PARTNER ha preso forma nel 2010, ma una seconda fase è iniziata nel 2014, incentrata esclusivamente sugli uomini gay. PARTNER 2 comprendeva 972 coppie omosessuali, in cui uno dei due era sieropositivo e in trattamento antiretrovirale efficace, mentre l’altro era sieronegativo. Questo studio è composto da partecipanti provenienti da 14 paesi diversi, con 635 coppie iscritte direttamente nella ricerca PARTNER 2, mentre 337 coppie arrivavano dallo studio PARTNER 1.

Ai partecipanti è stato chiesto di compilare sondaggi confidenziali sulla loro vita sessuale, e tutti quelli coinvolti stavano già facendo sesso senza l’uso del preservativo, prima di iscriversi. “Siamo entusiasti del fatto che i risultati di PARTNER2 siano diventati ufficiali, e confermiamo quello che già sapevamo: le persone che vivono con l’HIV in trattamento efficace non possono trasmettere il virus ai loro partner”, ha detto il dott. Michael Brady, direttore medico presso il Terrence Higgins Trust .

I due studi (PARTNER1 e PARTNER2) lo dimostrano scientificamente e aiuteranno a combattere lo stigma e i miti che ancora circondano l’HIV. La cosa più importante ora è condividere questo messaggio e istruire le persone nel modo più ampio possibile, per contribuire a migliorare la vita delle persone che in tutto il mondo vivono con l’HIV“.

1 commento su “‘Sieropositivi in terapia antivirale non possono trasmettere l’HIV’: la conferma da un nuovo studio

  1. Questi studi sono stati fatti oltre che per consentire alle coppie “siero discordanti” di tutto il mondo, sia etero che omosessuali, di vivere la sessualità con maggiore serenità e meno ansie legate alla presenza del virus, anche per abbattere lo stigma ed il pregiudizio nei confronti dei soggetti positivi che oggi, appunto, grazie alle terapie a disposizione possono vivere una vita normale ed anche decidere di fare figli naturalmente senza ricorrere alle tecniche invasive della procreazione medicalmente assistita, non sempre economicamente accessibile a tutti. Quest’informazione è importantissima e và resa pubblica per ridare vita, speranze e progetti alle persone colpite dal virus ed ingiustamente penalizzate durante tutti questi anni. Non và certamente letta, come qualcuno ha scritto, come incentivo a praticare sesso “non sicuro” perchè questo attiene alla responsabilità di ciascun individuo, a prescindere dall’hiv, perchè non esiste solo questo virus. Le campagne che informano ed incoraggiano all’uso del preservativo, come misura di prevenzione dell’hiv come di tutte le altre malattie a trasmissione sessuale, vanno fatte ed incrementate, ma l’informazione ed il messaggio che lo studio partner 2 ha voluto fornire è di tutt’altra natura e spessore umano.

Lascia un commento