Home design 2, altre dopo l’albero

Alcune proposte sfiziose da comprare per sé o regalare: il tavolo che diventa un quadro, la poltrona eco-compatibile, i cuscini-francobollo. Per arredare la casa con un guizzo di originalità.

Picture Table, il tavolo (in)quadrato Ecco la soluzione ideale per chi deve ottimizzare lo spazio abitativo del proprio soggiorno o della propria cucina: basta un gesto e il tavolo a scomparsa "Picture Table" diventa un quadro da parete. L’ha ideato una designer austriaca, Verena Lang, specializzata in opere di design funzionali che non trascurano però l’estetica. È disponibile anche la versione con specchio all’interno della cornice ed è realizzato in legno, plexiglass e acciaio inossidabile.

La bottiglia con "etichecca" personalizzata Per innovare il solito regalo della bottiglia di vino, "Toast-its" propone queste etichette personalizzate che sostituiscono il biglietto d’auguri e hanno uno spazio bianco per aggiungere un messaggio personale. Si può magari scegliere una frase camp per l’amico/amante gay e trasformarla così in una simpatica ‘etichecca’ un po’ fuori dagli schemi.

Il tavolo con sorpresa Si chiama "Hide" ed è un elegante tavolo cilindrico realizzato da Luca Papini design e, come spiegano gli ideatori, ‘ispirato al mondo dei vecchi prestigiatori e in particolare al numero del coniglio bianco estratto dal cilindro’. All’interno di una botola a scomparsa si può nascondere qualche sorpresa oppure la cavità può essere utilizzata come porta piante.

"Pom-Pon", la poltrona eco-fantozziana Non può non ricordare la celebre poltrona-sacco di fantozziana memoria, ma questa Pom-Pon, realizzata dallo studio torinese Con3studio ha un’anima profondamente ecologista ed è stata realizzata con 2700 metri di cimose, scarti di lavorazione dei tessuti che, se dispersi nell’ambiente, si accumulerebbero ai circa 160 milioni di metri che l’azienda tessile manda al macero ogni anno. Questa poltrona-pouf di grandi dimensioni è realizzata interamente a mano torcendo strisce di lana, lino e cotone. Al centro si colloca un piccolo poggiapiedi asportabile. Il progetto è stato premiato al concorso ‘Etica dell’abitare, estetica del vivere’ ed è stato realizzato col contributo di Cecchi & Cecchi e Formitalia Group.

I cuscini-francobollo In epoche virtual-tecnocratiche, il francobollo della classica cartolina/lettera postale rischia di sparire e diventare oggetto da collezione. Ecco un modo originale per farlo rivivere come oggetto d’arredamento, ideato dalla Zusss, una piccola e giovane azienda olandese gestita da due agguerrite sorelle: variopinti cuscini realizzati con vecchi sacchi di iuta imbottiti su cui vengono stampati timbri e francobolli d’epoca. Un tocco old-style per infondere fascino anche a una casa in stile contemporaneo.