I gay dichiarati sono più a rischio di Hiv?

Uno studio rivelerebbe che la sieropositività riguarda meno i gay non dichiarati, rispetto ai gay dichiarati

MILANO – La sieropositività riguarda meno i gay non dichiarati, rispetto ai gay dichiarati. E’ quanto emerge da uno studio del CDC. Secondo questo studio i gay non dichiarati contrarrebbero meno l’infezione rispetto a quelli dichiarati, però, se infetti con HIV o HBV, sarebbero anche più tardivi nel scoprirlo. E’ dunque necessaria una campagna di sensibilizzazione per i test ed esami routinari rispetto alle MST che miri proprio a queste categorie.