I giudici della Colombia introducono i matrimoni gay

di

La Corte Costituzionale, nel 2011, aveva dato un ultimatum ai parlamentari: approvate una legge per le coppie gay o automaticamente potranno sposarsi. E così è stato. Il 24...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4502 0

Un giudice colombiano ha stabilito che le coppie gay possono sposarsi legalmente in tutto il paese. Carmen Lucía Rodríguez Díaz, giudice civile di Bogotá, con una sentenza di cinque pagine ha stabilito che Diego e Juan hanno il diritto di unirsi in matrimonio. I due uomini facevano riferimento a una decisione della Corte Costituzionale del 2011 che stabilì la possibilità per le coppie gay registrate civilmente a sposarsi nel caso il parlamento non avesse esteso alle coppie gay, durante quel lasso di tempo, gli stessi diritti delle coppie etero.

Il 20 giugno, termine in cui è scaduto l’ultimatum della suprema corte, nessuno ha saputo come comportarsi di fronte all’immobolismo dei deputati, incapaci di prendere una decisione sulle nozze gay. Per alcuni giuristi, infatti, i supremi giudici non avevano mai citato la parola “matrimonio” nella loro sentenza, anche se l’effetto della decisione sarebbe stato proprio l’estensione del matrimonio a tutti.

Con la decisione di oggi, il giudice ha posto fine ad ogni dubbio e ha stabilito che anche le coppie gay possono sposarsi. Diego e Juan celebreranno il loro matrimonio civile il 24 luglio.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...