Ikea cede a Putin: via l’articolo sulla coppa lesbo dal magazine

di

La catena di mobilifici svedese ha eliminato dalla rivista destinata ai clienti russi un articolo che parlava di una coppia lesbica. Il timore è di incappare nella legge...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
5651 0

Se c’è un’azienda da cui la comunità lgbt internazionale sa di avere sempre supporto è Ikea. E invece, questa volta, la catena di mobilifici svedese ha ceduto alla legge russa contro la “propaganda omosessuale” decidendo di eliminare dal numero di dicembre della sua rivista per i clienti “Ikea Live” un articolo che parlava di una coppia lesbica e che sarebbe potuto incappare nelle maglie dell’ormai famigerata norma.
L’azienda, che fin dagli anni ’90 lancia campagne pubblicitarie decisamente friendly, ha deciso in questo caso di rimanere neutra sulla questione.
“E’ importante per Ikea rimanere neutra in questioni politiche o religiose” ha dichiarato la portavoce Yilva Magnusson.

Magnussono, intervistata dal sito svedese Aftonbladet, ha spiegato che sono due le linee guida a cui l’azienda si attiene: “Il design di interni e il rispetto della legge”.
La presidente della principale associazione lgbt svedese Ulrika Westerlund ha dichiarato: “Trovo deludente che Ikea abbia deciso di cedere”. “Nessuno sa per certo cosa si intenda con ‘propaganda gay’ – ha aggiunto-, ma se Ikea avesse lasciato l’articolo sarebbe stato un buon test”.
Ma Ikea, probabilmente, non ha voluto rischiare di avere a che fare con le autorità russe per testare cosa voglia dire la definizione usata dalla legge.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Test della settimana: combatti o subisci l'omofobia?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...