Il 60 per cento dei musulmani tedeschi a favore del matrimonio gay

Si sentono molto legati allo stato in cui vivono. Un esempio di integrazione che funziona?

Il 60 per cento dei musulmani che vivono il Germania (la maggior parte dei quali è di origini turche) è favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso. Lo rivela uno studio realizzato dall’Istituto Berteslmann secondo cui il 63 per cento dei cittadini tedeschi di religione musulmana, che si considerano abbastanza o molto credenti, negli anni hanno, rivisto più volte le proprie posizioni su alcuni temi sociali. “Un processo – si legge nell’estratto dello studio pubblicato sul sito dell’istituto – che si applica anche al 40 per cento di coloro che si considerano fortemente religiosi i quali dichiarano guardare raramente ai principi della propria religione”. Un dato che risulta particolarmente interessante se paragonato a come la pensano, invece, i musulmani che vivono in Turchia, lo stato di origine della gran parte dei musulmani che vive in Germania.

LE DIFFERENZE CON LO STATO DI ORIGINE

Nel paese di Erdogan, infatti, solo un terzo della popolazione fortemente religiosa ammette di rivedere periodicamente le proprie convinzioni religiose e solo il 12 per cento della popolazione molto credente è a favore dei matrimoni egualitari.

Il dato è da associarsi con un altro rilevato dall’Istituto, ovvero che i musulmani tedeschi sentono un forte legame con lo stato in cui vivono e con i suoi valori (il 90 per cento di loro, ad esempio, è un sostenitore della democrazia e uno su nove dichiara di frequentare non musulmani nel tempo libero), sebbene questo sentimento non sia ricambiato. Il 57 per cento dei tedeschi non musulmani, infatti, continua a percepire l’Islam come un rischio. Una percentuale in crescita rispetto al 53 per cento del 2012.

Ti suggeriamo anche  Bergamo, salta la preghiera di riparazione per il Pride