Il Comune si schiera a favore del Gay Village

La manifestazione estiva si farà. È quanto ha dichiarato l’assessore alla Cultura Croppi. Ma ad oggi il Gay Village ancora non ha una location dove poter montare le proprie strutture.

L’amministrrazione comunale guidata dal sindaco Gianni Alemanno si dice solidale con l’organizzazione del Gay Village. Nella conferenza stampa che si è tenuta questa mattina a Roma per la presentazione alla stampa dell’Estate Romana 2009, l’assessore alle politiche culturali e alla comunicazione Umberto Croppi ha dichiarato che il Village si farà, perché trovare una location per la più grande manifestazione gay estiva della capitale è assolutamente necessario.

Il Gay Village è una delle manifestazioni più seguite di tutta l’Estate Romana e se non verrà trovata una soluzione mancherà un appuntamento che funge da punto di ritrovo per migliaia di gay e lesbiche non solo di Roma. L’impasse è stata resa nota ieri, quando l’organizzazione del Gay Village ha dichiarato di non aver trovato ancora il luogo adatto dove poter montare le proprie strutture a causa di un decreto che vincola i parchi dell’Eur al nulla osta della Soprintendenza.