Il Fatto: “gay in Vaticano”. Don Mazzi: “chiudere seminari”

di

Il quotidiano ribadisce come Oltretevere si pensi sempre meno alla preghiera. Un tunnel porterebbe i preti a Trastevere. E contro la pedofilia, Don Mazzi offre una soluzione: "Chiudere...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2393 0

E’ un quadro davvero poco edificante quello dipinto da Marco Politi per il Fatto Quotidiano in edicola oggi. Il giornalista parla delle numerose lettera anonime che dal vaticano partirebbero ogni settimana per soffiate su relazioni etero e gay, promozionidate o non date, favoritismi vari. Politi, poi, parla addirittura dell’esistenza di un tunnel di cui si favoleggi da tempo e che permetterebbe ai prelati di ritrovarsi a Trastevere per passare nel quartiere popolare una serata piena di brio, arrivano lì indisturbati.

Ma l’oggetto principale dell’articolo di Politi è una lettera in particolare indirizzata al Cardinale bertone, Segretario di Stato Vaticano, e quindi numero due dello staterello pontificio. Quella che verrebbe considerata una minaccia alla sicurezza nazionale è però soltanto la ripicca, l’ennesima, di un prelato che doveva ricevere una promozione e invece…

L’esitenza di relazioni gay e etero vengono però ribadite da Politi. Ribadite, appunto. Perché non è che non si sappiano che esistono, semplicemebte troppo poco spesso qualcuno ne parla. Come Don Mazzi, recentemente, che ha fatto riferimento allo spinoso tema della pedofilia nel clero. La ricetta del prete più televisivo della storia? Chiudere i seminari. Perché sono strutture "che castrano" i giovani che anziché seguire gli insegnamenti del Cristo sono distratti da altro. Ottime palestre per il Vaticano, a quanto pare.

Leggi   Papa Francesco, 'no ai seminaristi gay'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...