Il gay marketing alla Bocconi durante la Diversity Week

di

Il Gay Marketing entra nella pretigiosa università con una tavola rotonda, per volere dell'associazione studentesca B.E.ST. All'incontro parteciperanno operatori del mercato, docenti e studenti.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
2422 0

A suo modo un evento storico: il Gay Marketing alla Bocconi, non in un singolo corso ma come tavola rotonda ufficiale all’interno della Diversity Week (7-8-9 Maggio) della prestigiosa università Milanese.
Organizzata da B.E.St , Bocconi Equal Student, associazione studentesca che si propone di promuovere i temi dell’eguaglianza e della tutela delle diversità, avrà luogo mercoledì 9 maggio presso l’aula 3 dell’Università, via Sarfatti 25, l’incontro dal titolo "LGBT – Il Diversity Marketing: le sfide poste dalla comunità LGBT".
All’incontro, moderato e organizzato didatticamente dal prof. Diego Rinallo, interverranno Alberto Ponchio, direttore marketing di Reckitt Benckiser, multinazionale americana che possiede tra gli altri il marchio Durex, e Daniele Iannaccone, managing director di COM.MA, oltre naturalmente gli studenti dell’associazione promotrice e chiunque sia interessato.

A partire dalle prime esperienze isolate negli Stati Uniti (Absolut Vodka, Pepsi), oggi molti brand investono per coltivare una relazione con il mercato lgbt.
Si può corteggiare la comunità lgbt senza alienarsi la maggioranza della popolazione e quali sono i segmenti più ricchi? Il diversity marketing è rischioso se allo stesso tempo non si garantiscono pari opportunità ai propri dipendenti? Questi alcuni degli interrogativi cui si cercherà di dare risposta. 
Il dibattito con rappresentanti di aziende, media e agenzie di comunicazione italiane permetterà anche di fare il punto sulla situazione nel nostro Paese. L’ingresso all’evento è gratuito. Sulla pagina ufficiale, tutte le informazioni necessarie a chi volesse partecipare.

Leggi   Presentato il Milano Pride: sul palco Jo Squillo, Drusilla Foer e Fabio Marelli
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...