IL NUOVO TRIANGOLO GAY

di

Movimento nel mondo dei media gay. Dopo l'alleanza fra il nostro Gay.it e Gay.tv, dal numero di Settembre Clubbing si unirà a loro per decollare in una nuova...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1658 0

In quello che a lungo è parso come l’amorfo mondo dei media gay italiani, sta davvero succedendo qualcosa di inaspettato. Dopo l’uscita del principale sito gay italiano, Gay.it, dal network americano di Gay.com, è di un mese fa la notizia che una sua quota è stata acquistata dagli imprenditori di Gay.tv, siglando così una alleanza che promette di andare lontano. Tanto lontano che Clubbing, risultato dello sforzo di un brillante esponente del movimento gay qual è Felix Cossolo, verrà presto ceduta ad una società di cui, oltre a Felix, faranno parte sia Gay.it che Gay.tv, in un piano di rilancio, miglioramento della veste editoriale e dei contenuti che vogliono contribuire a fare di Clubbing il più distribuito, il più letto e in definitiva il migliore magazine gay italiano.

Luogo di battesimo della nuova alleanza sarà il Mardi Gras torrelaghese, quest’anno dal 9 al 13 agosto, dove per la prima volta i gruppi si presenteranno insieme. Lo scenario quindi che si sta aprendo è di una forte sinergia tra quattro importanti media gay italiani (Gay.it, Gay.tv televisione e internet, Clubbing) che insieme parlano ogni mese ad almeno un milione di persone diverse e che vogliono così attrarre quelle grandi aziende italiane che, a poco a poco, stanno scoprendo che anche nel nostro paese i gay e le lesbiche costituiscono un segmento di consumatori sempre più interessante.

Noi ci stiamo provando: vogliamo offrire servizi e contenuti di qualità, secondo standard europei, ai gay e alle lesbiche italiane, pur lasciando a ciascun mezzo la sua identità, perché la diversità è un punto di forza, e non un problema da superare. L’obiettivo ultimo è quello di ottenere dalla società economica italiana quel riconoscimento che ormai abbiamo quasi ottenuto dalla società civile (i sondaggi ormai dicono che tra gli under 40 l’omosessualità è solo una variante naturale della sessualità) e che sempre più scandalosamente tardiamo ad ottenere dalla società politica, supina alle gerarchie vaticane, timorosa di osare. Che ne dite di darci una mano, sostenendoci?

Alessio De Giorgi, amministratore di Gay.it

Clicca qui per visitare il sito di Clubbing

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...