“Il Pride è volgare e il mio ministero non lo appoggerà”

Così Mara Carfagna ha risposto al Vanity fair che le chiedeva se intendeva patrocinare la manifestazione dell’orgoglio gay: “Chiedono l’equiparazione delle loro unioni al matrimonio”

Se qualcuno ancora nutriva qualche dubbio o addirittura qualche speranza, l’intervista rilasciata d Mara Carfagna, ministra per le Pari Opportunità, a Vanity Fair chiariscono le idee a tutti. Dopo avere confessata di essere praticamente alle soglie del matrimonio con il costruttore romano Marco Mezzaroma e di avere un incontrollabile desiderio di maternità, l’ex soubrette ha espresso con estrema fermezza la sua opinione sulla possibilità che il suo ministero conceda il patrocinio al Gay Pride.